Un sistema di gestione che, grazie a soluzioni come cloud e isole ad alta intensità, consente di ottimizzare sia la conduzione dei propri impianti tecnologici, sia l’organizzazione dei propri processi in termini di maggiore efficienza e di ridotto impatto ambientale. E’ grazie all’adozione di questa tecnologia che InfoCamere è stata accreditata da “Bureau Veritas” con la certificazione ISO 14001:2015 nel campo della “Progettazione, sviluppo, erogazione e assistenza di servizi informatici per il trattamento sicuro di dati, documenti elettronici e identità digitali per le camere di commercio, le pubbliche amministrazioni e terzi”.

Le pratiche per la registrazione EMAS

Questa certificazione – di durata triennale – scadrà nel 2020. Nel 2018 sono iniziate le attività per ottenere la registrazione EMAS (Eco-Management and Audit Scheme – Regolamento CE 1221/2009), l’evoluzione del Sistema di Gestione Ambientale ISO 14001. Uno strumento che attesta a livello europeo l’eccellenza nel gestire al meglio le interazioni con l’ambiente e riconosce l’impegno al miglioramento continuo.

Isole ad alta densità a corridoio caldo

Tra le iniziative che InfoCamere ha portato avanti nel 2017 nell’ambito del suo percorso di efficientamento la riduzione dei costi energetici del Data Center, per la quale l’azienda ha identificato la soluzione nell’adozione delle isole ad alta densità a corridoio caldo. Si tratta di una soluzione che permette di contenere le apparecchiature in una serie di rack disposti in file contrapposte con lo scopo di contenere tutto il calore all’interno di un corridoio. In questo modo tutta l’aria calda generata dai dispositivi IT si riversa all’interno del corridoio, dove è aspirata e raffrescata dagli appositi apparati di condizionamento, disposti tra i rack all’interno dell’isola stessa. L’aria che viene raffrescata in tal modo è restituita nella sala a temperatura ambiente o leggermente inferiore. In sostanza, dunque, questa tecnologia permette di poter creare un’area completamente indipendente e neutra rispetto alla sala dove è collocata.

Per quanto riguarda nello specifico l’implementazione realizzata da InfoCamere, sul fronte della climatizzazione delle isole, si è puntato su un impianto indipendente che sfrutta al massimo le tecnologie di free cooling, basate sul riutilizzo dell’aria disponibile nell’ambiente. Il tutto con una riduzione dei consumi complessivi di energia elettrica dai 6 milioni di KWh del 2015 a 5 mln del 2017.

Spegnimento automatico

Il percorso green di InfoCamere ha visto inoltre l’adozione di una serie di misure volte a limitare i consumi negli uffici, tra cui: la virtualizzazione di oltre l’80% dei servizi su cloud, lo spegnimento automatico dei PC negli uffici in orario extra lavorativo e l’intensificazione delle azioni di sensibilizzazione verso i dipendenti per la riduzione del consumo di carta. Scelte che hanno portato tra il 2016-2017 a ridurre il numero di fogli impiegati da 1.223.728 fogli a 834.619, con un risparmio di circa il 32% in un solo anno.

Titoli di efficienza energetica

Per il 2018, oltre al percorso per ottenere la registrazione EMAS (Eco-Management and Audit Scheme – Regolamento CE 1221/2009), InfoCamere ha portato a termine, proprio a marzo, una campagna di misura per ottenere dal GSE i titoli di efficienza energetica, a seguito di un progetto già presentato, e l’indizione di una gara per la realizzazione di un impianto fotovoltaico a parete da circa 170KW di potenza.

Socialmente responsabili

Essere responsabili delle risorse che ci vengono affidate – commenta in una nota il Direttore Generale di InfoCamere, Paolo Ghezzisignifica esserlo a 360 gradi e, dunque, anche nei confronti dell’impatto sull’ambiente e del modo in cui realizziamo e gestiamo i nostri servizi. L’attenzione crescente verso lo sviluppo sostenibile, ha portato in questi anni InfoCamere ad adottare un moderno sistema di gestione che consente di ottimizzare sia la conduzione dei propri impianti tecnologici, sia l’organizzazione dei propri processi in termini di maggiore efficienza e di ridotto impatto delle proprie attività sull’ambiente. E’ un modo per essere socialmente responsabili e creare più valore per le Camere di Commercio e le imprese per le quali sviluppiamo i nostri servizi”.

Un approccio efficace alle tematiche ambientali

“Implementare un Sistema di Gestione ambientale ed ottenerne la certificazione”, sottolinea nella nota Roberta Prati, Direttore Divisione Certificazione di Bureau Veritas Italia, significa dotarsi di un’Organizzazione e un insieme di procedure che garantiscano un approccio efficace ed efficiente alle tematiche ambientali, in un’ottica di miglioramento continuativo e di attenzione alle tematiche della sostenibilità. Mostra a tutte le parti interessate che l’organizzazione sta mettendo in atto buone pratiche riconosciute a livello internazionale.”

Print Friendly, PDF & Email