Storage nelle ferrovie, il primo progetto è in Russia e parla italiano

L'accordo firmato oggi San Pietroburgo tra Starace ad Enel e il dg RZhD, Belozerov Oleg Valentinovich

441

La rete ferroviaria russa sarà più sicura e stabile grazie ad una tecnologia italiana. Sarà difatti la società RusEnergoSbyt, fornitore energetico, anche delle ferrovie russe, nato da una joint venture fra Enel ed ESN, a fornire alla società ferroviaria russa RZhD la tecnologia di accumulo energetico. E’ la prima volta che viene applicata alla stabilizzazione della rete elettrica delle ferrovie la tecnologia dei sistemi di accumulo.

L’accordo è stato siglato oggi a San Pietroburgo a margine dell’International Economic Forum con la firma dell’Amministratore delegato e Direttore generale di Enel, Francesco Starace, e del Direttore generale di RZhD, Belozerov Oleg Valentinovich.

Questo progetto è un eccellente esempio di come utilizziamo la nostra presenza a livello globale per portare le innovazioni tecnologiche nei più importanti mercati in cui siamo presenti in tutto il mondo”- ha dichiarato Francesco Starace, Amministratore delegato e Direttore generale di Enel – “L’accordo siglato oggi è un entusiasmante passo avanti per Enel in Russia, e ci permette di diversificare ulteriormente le tecnologie di accumulo che forniscono soluzioni su misura in base alle richieste dei nostri clienti e del mercato”.

Print Friendly, PDF & Email