funiviaUna funivia cittadina a basso costo capace di integrarsi con l’infrastruttura esistente e di migliorare la qualità di vita dei cittadini. Si presenta così SkyWay, nome commerciale del progetto Unitsky String Transport (UST), pensato e sviluppato dall’ingegnere e inventore Anatoly Yunitskiy.

Le caratteristiche

Una via di trasporto sopraelevata, cosiddetta di secondo livello, “sotto alla quale è possibile piantare alberi o costruire abitazioni” ci spiega Petru Jalba, Consulente di Sky Way Invest Group e rappresentante SkyWay in Italia. L’obiettivo è di salvare il Pianeta e di risolvere i problemi delle città: “Vogliamo che le persone raggiungano il luogo di lavoro in fretta“, prosegue Petru. Tre le versioni del sistema SkyWay per il trasporto merci e passeggeri: quella high-speed, che viaggia su distanze superiori ai 10.000 km a 500 km/h – e in futuro punta a raggiungere i 1.250 km/h -, quella per il trasporto urbano dei passeggeri (fino a 150 km/h) e quella per il trasporto merci.

L’obiettivo, ci spiega il rappresentante, è creare “un singolo network di trasporto passeggeri, merci e alta velocità per ridurre al minimo le spese operative per la costruzione dell’infrastruttura“. Per stimolare “un cabmio qualitativo dell’economia delle città“.

I progetti

In Australia, Turchia, Arabia Saudita, Canada e India, dato anche il problema di sovrappopolazione e sovraffollamento di quest’ultima, si sta lavorando allo sviluppo della “funivia cittadina”. Un memorandum d’intesa già siglato con lo stato indiano prevede la costruzione di 3 linee SkyWay. Nello stato di Jharkhand, uno dei più industrializzati e ricchi dell’India, verranno realizzate tre linee: una per il trasporto urbano, una da e per la Capitale e una ad alta velocità tra due delle più popolate città dello Stato. Si stima che l’opera richiederà un finanziamento di 926 milioni di dollari e produrrà 1.000 nuovi posti di lavoro.

L’EcoTechno Park in Bielorussia

Con l’EcoTechnoPark, che sorgerà su un terreno abbandonato di 36 ettari in Bielorussia, si vuole sperimentare e dimostrare le potenzialità dei prototipi industriali e dell’infrastruttura di secondo livello. Inoltre, il parco dimostrativo vuole favorire lo sviluppo costante della tecnologia, dimostrandone anche i benefici a livello ambientale e nell’uso efficiente di risorse e carburante. I lavori, già partiti, saranno finanziati con le risorse raccolte tramite il crowdfunding: chi devolverà all’opera almeno 50 dollari diventerà, prima, proprietario della tecnologia e, poi, azionista dell’impresa.

L’impatto sull’ambiente

22.000 le tonnellate di carburante che un’unità della linea ad alta velocità consentirebbe di risparmiare in 25 anni di attività, dichiara Jalba. L’equivalente di oltre 20 miliardi di tonnellate di sostanze nocive evitate all’ambiente.

Sicurezza e sistemi di guida automatizzati

I convogli SkyWay viaggeranno a intervalli di 2 secondi per garantire un monitoraggio in real-time. Le richieste indicate rispettano gli standard Automated People Movers. Valore aggiunto per questo sistema di trasporto di secondo livello è la possibilità di far scorrere nei binari anche la fibra ottica

Print Friendly, PDF & Email