Il tanto atteso percorso della tappa italiana di Formula E, la competizione internazionale dedicata alle monoposto 100% elettriche, è stato svelato stamane nella conferenza stampa di presentazione dell’evento. La tappa romana, una delle undici previste dal campionato, si terrà il 14 aprile 2018 nel quartiere EUR: partendo da Piazza Marconi le auto proseguiranno verso il Roma Convention Center-La Nuvola, per poi spostarsi al Palazzo dei Congressi e tornare in Piazza Marconi tagliando la Colombo.

Il futuro che questa amministrazione vede è in realtà il futuro nel quale siamo già immersi, ma non ce ne siamo accorti”, ha commentato nel corso della conferenza il Sindaco di Roma Virginia Raggi. Con la Formula E, ha proseguito, “tocchiamo con mano un futuro possibile: dobbiamo inserirci in un solco che vede la sostenibilità ambientale come l’unica alternativa possibile”. Grazie alla manifestazione “si moltiplicheranno le colonnine elettriche nel quartiere“, in vista anche dell’obiettivo dell’amministrazione capitolina di installarne 700 entro la fine del mandato e della “pubblicazione prossima”, precisa la Raggi, “del nuovo regolamento sulle colonnine elettriche”.

“Un modello misto pubblico-privato che può aiutare le città a rialzarsi”, ha rimarcato il Vicepresidente della Camera Luigi Di Maio, intervistato dalla stampa a margine dell’evento, riferendosi ai lavori di rifacimento del manto stradale lungo il tracciato stabilito dal percorso. Misura importante visto che, ha proseguito il pentastellato, “siamo in una fase in cui tutti i sindaci sono in difficoltà ad asfaltare le strade per le risorse di bilancio”.

Il budget complessivo per la realizzazione dell’iniziativa, che attraverserà 5 continenti partendo il 2 dicembre 2017 da Hong Kong e concludendosi il 28 luglio 2018 a Montreal, ammonta a 10 milioni di euro, ha spiegato ai giornalisti l’AD di Formula E Alejandro Agag. I biglietti disponibili saranno all’inizio 10.000 e costeranno 35 euro per gli adulti e 1 euro per i bambini al di sotto dei 16 anni perchè, come ha precisato Agag, “i bambini sono i più importanti, sono loro che in futuro potranno acquistare un’auto elettrica”. La gara potrà essere seguita su Italia 1 grazie all’accordo siglato tra Formula E e Mediaset.

Formula E

A concorrere produttori del calibro di Audi, Renault, DS, Mahindra e Jaguar al fianco di brand futuristici come NIO e di produttori di componentistica come Schaeffler e Z. Confermata da Agag l’apertura del dialogo con la FCA.

“Negli ultimi anni ci sono stati molti tentativi di inserire Roma tra le capitali dell’automobilismo mondiale – ha evidenziato il Presidente di EUR SpA Roberto Diacettioggi finalmente siamo riusciti a determinare le condizioni giuste che porteranno il grande spettacolo delle monoposto elettriche sul circuito cittadino dell’Eur”. Un risultato che “corona l’impegno dell’Automobile Club d’Italia che dal 2012 sostiene la Formula E e il suo E-Prix a Roma”, ha dichiarato il Presidente di ACI Angelo Sticchi Damiani, all’insegna della ricerca continua dell’innovazione nel campo della mobilità.

Presenti alla conferenza stampa anche i campioni delle tre passate edizioni, Nelson Piquet (Panasonic Jaguar Racing), Sebastien Buemi (Renault e.dams) e Lucas di Grassi (Audi Sport ABT Schaeffler), insieme al pilota italiano Luca Filippi (NIO Formula E).

Print Friendly, PDF & Email
CONDIVIDI
Ivonne Carpinelli
Giornalista con la passione per l'ambiente e l'energia lavoro con Gruppo Italia Energia dal 2014. Mi occupo di mobilità dolce e alternativa, nuove costruzioni, economia circolare, arte e moda sostenibile. Esperta nella gestione dei social network e nel montaggio video non esco mai senza penna, taccuino e... smartphone.