Fondi UE, con ELENA 30 mln di euro per efficienza e mobilità sostenibile

219

La Commissione europea e la Banca europea per gli investimenti (BEI) hanno firmato un nuovo accordo per rafforzare lo strumento di assistenza europea a livello locale nel settore dell’energia ELENA (European local energy assistance). Con l’intesa saranno messi a disposizione 30 mln di euro: 20 mln di euro serviranno a supportare la stesura di progetti legati all’efficienza energetica e alla generazione distribuita da rinnovabili; i restanti 10 mln saranno destinati a iniziative legate al trasporto urbano sostenibile e più in generale alla mobilità.

I progetti di Francia, Barcellona e Paesi Bassi

Fondato nel 2009, lo strumento ELENA ha finora destinato 100 mln di euro a diverse iniziative promosse in UE, innescando ulteriori investimenti per un totale di circa 4 mld di euro. Tra i progetti finora supportati ci sono:

– la distribuzione di una soluazione “one-stop-shop” per stimolare la riqualificazione energetica di migliaia di residenze private nel Nord della Francia;

– il rinnovamento della flotta di bus di Barcellona per ridurne l’impatto ambientale;

– il recupero del calore di scarto proveniente dalle reti di teleriscaldamento esistenti nei Paesi Bassi.

ELENA e Horizon 2020

ELENA è un progetto finanziato nell’ambito del Programma Quadro Comunitario CIP – Competitiveness and Innovation Framework Programme, Programma IEE – Intelligent Energy Europe (Decisione 1639/2006/CE che istituisce un programma quadro per la competitività e l’innovazione – 2007/2013) partito nel 2009 con la volontà di facilitare l’impiego di fondi per l’investimento in energia a livello locale.

Le iniziative finora promosse hanno ricevuto fondi pari a 1,8 mln di euro destinati all’assistenza allo sviluppo del progetto, arrivando a investimenti quattro volte più elevati. I fondi ELENA possono coprire fino al 90% dei costi eligibili, che possono includere ulteriori spese legate agli studi di mercato e alla fattibilità; alla strutturazione del programma; agli energy audit; alla strutturazione finanziaria e/o alla preparazione di procedure di gara e accordi contrattuali. I progetti che ricevono una sovvenzione ELENA possono anche richiedere un prestito BEI.

Print Friendly, PDF & Email