Favorire entro il 2020 la creazione di un’efficiente rete di ricarica per veicoli elettrici, sia pubblici sia privati. E’ questo l’obiettivo del protocollo di intesa firmato dall’assessore ai Trasporti della Regione Emilia Romagna, Raffaele Donini, con i rappresentanti di cinque tra i più importanti operatori del settore dell’energia elettrica operanti sul territorio: Enel, Hera, Iren, Be Charge ed Enermia. 

Un investimento complessivo da 18 mln di euro

Si tratta di un’operazione che, con un investimento complessivo stimato di 18 milioni di euro, dovrebbe portare in totale alla realizzazione di 2000 colonnine elettriche, di cui 1500 a carico al 100% delle aziende coinvolte nell’accordo e 500 finanziate per il 50% dalla regione attraverso ilPiano nazionale infrastrutture di ricarica elettrica (PNIRE). Le Strutture dovranno essere collocate nei centri nevralgici del traffico, come  stazioni, aeroporti, ospedali, parcheggi, centri commerciali, in base a un piano tra  Comuni e Regioni. L’installazione delle nuove infrastrutture di ricarica coinvolgerà anche zone a domanda debole, ovvero caratterizzate da scarsa diffusione di veicoli elettrici.

Donini: Vogliamo far decollare il mercato delle auto elettriche

Con questo protocollo – ha spiegato l’assessore Donini – vogliamo dare il nostro contributo al decollo nel nostro Paese di un mercato, quello delle auto elettriche e ibride, fatto di numeri ancora molto bassi, ma che è destinato a una rapida crescita, come indicano tutte le previsioni”.

I camion del futuro? elettrici e autonomi

Le potenzialità della mobilità elettrica, che combina efficienza e sostenibilità ambientale, sono state ben comprese anche dagli operatori del settore dei veicoli pesanti, come testimonia, ad esempio, il progetto di Volvo Trucks che propone dei camion elettrici e autonomi.

La destinazione d’uso di queste vetture

Questi camion innovativi, impiegati nel settore del trasporto merci, sono destinati a operazioni ripetitive che richiedono distanze brevi, grandi quantitativi di materiale da trasportare e puntualità nelle consegne.

Caratteristiche

Tutti i camion saranno collegati, tramite cloud, a un centro di controllo dei trasporti. Questa struttura monitorerà costantemente i progressi dei trasporti, la posizione esatta di ogni veicolo, lo stato di carica delle batterie, il contenuto del carico, i requisiti di assistenza e molti altri parametri. Il tutto con l’obiettivo di migliorare l’efficienza dei trasporti. 

Veicoli pesanti e norme UE

Sempre in tema di veicoli pesanti ed emissioni è stata pubblicata ieri, giovedì 13 settembre, una valutazione d’impatto che accompagna la proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio sull’introduzione di norme sulle emissioni di CO2 per i nuovi veicoli pesanti, adottata il 17 maggio 2018. La valutazione, che analizza i punti forza e le debolezze dei provvedimenti, segnala, tra gli innumerevoli aspetti, che le misure aodottate si caratterizzano per una “visione solida, ampia e dettagliata”. 

Print Friendly, PDF & Email