Da Lucca al Comix, un gaming per una città più sostenibile

149

Sono i cittadini più piccoli del comune toscano i portavoce della sensibilità ambientale. Questo almeno secondo il progetto realizzato dall’assessorato all’Ambiente in collaborazione con Lucca Comix e la società di comunicazione romana Com.Ing.

Nel rispetto della storica traduzione della città è cominciando dai fumetti e dal gaming che ha inizio il processo di informazione ai più piccoli. “L’idea nasce dal proporre un gioco di carte “Scarty”, a tutti i bambini del comune, circa 1.500”. Ci evidenzia l’assessore all’Ambiente del Comune Francesco Raspini.

L’attività si compone di alcuni momenti principali. Durante la prima sessione dal titolo “apprendi, differenzia, gioca!” i ludo-educatori, associati della LudoLega Lucchese, visiteranno le classi coinvolte per spiegare l’importanza di una corretta differenziazione dei rifiuti e come questa iniziativa permetterà di divertirsi e imparare le buone pratiche contemporaneamente. Gli insegnanti riceveranno tutte le informazioni su come segnare gli avanzamenti della propria classe e comunicarli proprio ai ludo-educatori. 
“Al gaming, composto da una azione collegata ai rifiuti di diverso tipo ed al loro, abbiamo coordinato una collaborazione con Lucca Comix. Di fatto dando il via ad un vero e proprio torneo interscolastico a premi che avrà il suo topic nel corso del Lucca Comix. La struttura di gaming di squadra l’abbiamo raffinata introducendo punteggi extra da recepire con l’eseguimento di comportamenti attinenti alla corretta gestione dei rifiuti nella vita reale. Di fatto i ragazzi potranno inviare foto al sito internet e anche tramite un numero what’s up in modo da accumulare più punteggio”. Continua l’assessore.

Questo torneo è la seconda fase del gioco chiamato “Torneoni Sistema Ambiente 2015, una sfida senza esclusione di SCARTY!” si svolgerà nei mesi di aprile e maggio. Le classi vincitrici dei 6 tornei si incontreranno alla finale vera e propria che si svolgerà a a novembre durante il festival Lucca Comics & Games e dalla quale emergerà il Campione di Sistema Ambiente 2015.

Il mazzo di carte, nelle migliori intenzioni del Comune, coinvolgerà oltre i bambini gli adulti dei nuclei familiari, il che vuol equivale secondo i dati del Comune a circa 7.000 membri, circa il 10% della popolazione.

“Oltre all’iniziativa educativa, stiamo portando avanti la raccolta porta a porta che contiamo di estendere a tutte le aree entro la fine dell’anno. Attualmente copriamo il’80-85%”, continua l’Assessore. “Rispetto al centro storico stiamo andando avanti con la realizzazione di isole ecologiche interrate a cui a breve assoceremo una carta magnetica per utente e una telecamera per la sicurezza e il monitoraggio. Anche se devo dire” Conclude Raspini “che ad oggi stiamo avendo per il centro storico una risposta più efficace da questa tipologia di raccolta rispetto il porta a porta, anche considerato le difficoltà logistiche di una simile tipologia di gestione nelle aree centrali, mentre fuori dal centro la risposta della porta a porta è ottima”.

Print Friendly, PDF & Email
CONDIVIDI
Agnese Cecchini
Giornalista, video maker, sviluppo format su più mezzi (se in contemporanea meglio). Si occupa di energia dal 2009, mantenendo sempre vivi i suoi interessi che navigano tra cinema, fotografia, marketing, viaggi e... buona cucina. Direttore di Canale Energia; e7, il settimanale di QE ed è il direttore editoriale del Gruppo Italia Energia dal 2014.