Verso un mondo più inclusivo e responsabile

341

Torna anche quest’anno a Roma il Villaggio per la Terra, la 5 giorni di mostre, convegni, laboratori didattici e tante altre attività che dal 21 al 25 aprile si svolgeranno tra il Galoppatoio di Villa Borghese e la Terrazza del pincio.

La manifestazione è promossa dall’Earth Day Italia, main partner italiano dell’Earth Day Network, che dal 2007 celebra la Giornata Mondiale della Terra favorendo la condivisione e trasmissione di conoscenze per alimentare una più sensibile responsabilità ambientale. Ad aprirla un appuntamento importante: gli Stati generali dell’ambiente dei giovani coinvolgeranno i partecipanti nella redazione di un documento che verrà portato a Bologna al G7 Ambiente e a Taormina al G7.

In generale, la manifestazione dimostra come la responsabilità ambientale è trasversale e coinvolge ogni individuo nella sua quotidianità. Lo riguarda sia in veste di consumatore, che deve essere vigile e consapevole per acquistare solo prodotti ottenuti rispettando la terra e le popolazioni locali, che di imprenditore, volto a fare impresa attraverso meccanismi di inclusione a valle e a monte del ciclo produttivo e di recupero delle risorse (non chiamiamoli scarti).

Senza dimenticare il cittadino come ciclista, pedone o conducende di un mezzo pubblico e privato: la mobilità sostenibile, integrata e condivisa è il punto di partenza perchè le nostre città siano più sicure, pulite e accoglienti.

Di questo e altro abbiamo parlato nella video intervista a Roberta Cafarotti, Direttore scientifico di Earth Day Italia.

Print Friendly, PDF & Email
CONDIVIDI
Ivonne Carpinelli
Giornalista con la passione per l'ambiente e l'energia lavoro con Gruppo Italia Energia dal 2014. Mi occupo anche di mobilità dolce e alternativa, nuove costruzioni, economia circolare, arte e moda sostenibile. Esperta nella gestione dei social network e nel montaggio video non esco mai senza penna, taccuino e... smartphone.