Il trend positivo delle energie rinnovabili e del solare trova riscontro nell’ottimo andamento dell’azienda globale Photon Energy, che con la pubblicazione del suo report annuale ha reso pubblici i dati di performance economica per il 2017.

La crescita in dati

La società di soluzioni e servizi per l’energia solare ha registrato un aumento dei ricavi del 31,6% su base annua rispetto al 2016, raggiungendo un fatturato di 17.219 euro. Anche l’Ebitda dell’azienda è salito del 19,9%, facendo segnare un record di 7,85 milioni di euro. Considerando invece l’Ebit, l’aumento su base annuale è del 78,1%.
E ancora, la società è passata da una perdita netta di circa 2 mln € a un utile di 1,8 mln € nel 2017.
La crescita sostanziale dei ricavi è dovuta all’aumento nella produzione di energia elettrica del parco solare del gruppo che, oggi, è formato da impianti per 27,3 GWh di capacità complessivi (+4,6% sul 2016). Anche i contratti di Operation&Maintenance sono aumentati, con il portafoglio di centrali gestite salito a 216 MW (+9,5%).
Inoltre, anche la divisione di commercio dei componenti fotovoltaici della società e quella dedicata alla tecnologia hanno ricevuto segnali di mercato positivi, con un aumento delle vendite.

I progetti

Nell’anno scorso, Photon Energy ha sviluppato un progetto su scala industriale da 1,4 GW in Australia e iniziato la costruzione di un impianto da 28,7 MW a Leeton, sempre in Australia.
Già dal 2016, inoltre, l’azienda aveva aggredito il mercato fotovoltaico ungherese, attrattivo sia per lo sviluppo di progetti ma anche per i business dell’Operation&Maintenance e dei contratti Epc. Per marzo 2018 è prevista la connessione del primo impianto solare in Ungheria.
A gennaio di quest’anno, invece, è stato siglato un accordo con il gigante canadese Canadian Solar per altri cinque progetti su grande scala.
L’azienda si è aperta, infine, anche al settore dell’acqua, con la creazione della business line Photon Water.

Print Friendly, PDF & Email