Criptovalute, un investimento che coinvolge anche i vip

Chi ha vinto e chi ha perso con le valute virtuali

362

Il tema delle criptovalute rimane ancora oggi uno dei più discussi e controversi, che contrappone coloro che considerano le “valute virtuali” un ottimo investimento su cui puntare per il futuro e chi, invece, le paragona a bolle di sapone pronte a scoppiare da un momento all’altro. In molti, negli ultimi mesi, hanno già deciso di convertire qualche somma di denaro, piccola o grande che sia, ma a fare notizia negli ultimi tempi sono i tanti personaggi famosi che hanno già puntato su questa forma di investimento.

La febbre dei Bitcoin ha infatti coinvolto persone di ogni Paese ed estrazione sociale, trasformandosi in un’interessante opportunità anche per molti vip, pronti a diversificare i propri investimenti in attività diverse da quelle usuali. In realtà le opinioni sono abbastanza spaccate, tant’è che anche un noto “visionario” dell’imprenditoria e della tecnologia come Bill Gates non ha risparmiato parole pesanti contro questo tipo di operazioni, pronosticando in un’intervista alla BBC un rapido collasso delle criptovalute.

Di parere simile un altro mostro sacro dell’economia statunitense, ossia l’imprenditore Warren Buffett, soprannominato “l’oracolo di Omaha” e da anni tra i più ricchi del mondo. Addirittura, Buffett ha definito i Bitcoin un “veleno per topi al quadrato”, offrendo dunque un’immagine abbastanza chiara di quella che è la sua opinione in merito.

Sull’altro versante, sono molti i personaggi dello spettacolo e dello sport che hanno comunque voluto dare fiducia a questa nuova forma di investimento, anche seguendo i suggerimenti dei propri consulenti finanziari. Tra i primi a proiettarsi nel mondo delle criptovalute, l’attore Ashton Kutcher ha investito per esempio grosse somme sull’ICO UnikoinGold, mentre Mike Tyson nel 2015 ha avuto l’intuizione di installare dei bancomat in Bitcoin all’interno di una palestra di Las Vegas. Grazie agli introiti derivanti dalle commissioni effettuate alla cassa, l’ex pugile ha così visto lievitare i propri guadagni in pochissimo tempo.

A prediligere gli investimenti in criptovalute sono, però, coloro che già presentano una certa passione e dimestichezza con il mondo del digitale, come per esempio gli imprenditori del web e i giocatori on line. Per rimanere in Italia, il pokerista messinese IMuCkTheNUt, per esempio, ha dichiarato di voler reinvestire parte delle proprie vincite proprio in criptovalute, puntando sulle potenzialità di espansione della moneta digitale.

Anche il mondo della musica tuttavia non è esente dalla Bitcoin-mania, così artiste diametralmente opposte come l’ex Spice Girl Mel B. e l’islandese Bjork si sono ritrovate accomunate dall’idea di vendere i propri album on line in criptomonete, puntando sostanzialmente sulla crescita dei guadagni nei mesi successivi alla vendita dei dischi. Persino Paris Hilton non è rimasta indifferente all’argomento, tanto da aver mostrato nel 2016 particolare interesse per l’acquisto di LydianCoin prima però di allontanarsi dal progetto in maniera definitiva.

Considerato ancora un mondo “oscuro” per i più, quello delle criptovalute sembra dunque muoversi tra le ricche esperienze dei più visionari e le previsioni catastrofiche dei detrattori: per ora, il tempo sembra aver dato ragione ai primi coraggiosi che hanno raccolto cifre a più zeri grazie al coraggio e all’intuito, ma sarà così anche tra qualche anno?

Print Friendly, PDF & Email