Fotovoltaico, termico ed eolico: picchi di produzione

47

meteoenergia1Quanta energia rinnovabile si può produrre con alle condizioni meteo attuali? A questo risponde la rubrica Meteo Energia, la nuova rubrica di Canale Energia. Nata dal progetto europeo EnergizAIR, ecco l’analisi degli indicatori che esprimono il fabbisogno energetico coperto grazie alle condizioni climatiche che si sono avute nei giorni passati (sole e vento).

Ecco il bilancio degli ultimi 15 giorni (dal 18 al 31/3/2014)

Fotovoltaico=> % di copertura del fabbisogno di energia elettrica di una famiglia standard

 

Anche questi ultimi 15 giorni sono stati all’insegna del sole in gran parte dell’Italia ed è per questo che con l’irraggiamento solare avuto, la copertura dei fabbisogni di una famigliastandard (che ha installato un impianto fotovoltaico da 3 kW di picco con orientamento a sud e inclinazione di circa 18° rispetto all’orizzontale), ha potuto beneficiare di una copertura ben superiore al 100% dei fabbisogni energetici, mettendo in rete l’eccedenza.Valori più elevati di produzione al nord ed al sud mentre al centro leggermente inferiori, ma comunque sempre superiori al 100%. I valori più bassi, se così si può dire, si sono registrati a Genova (112%), Firenze (114%) e in Emilia Romagna in particolare a Modena (117%) e Bologna (118%). Tutti gli altri sono valori ben più alti con un picco raggiunto a Taranto dove una famiglia ha prodotto ben il 172% della propria copertura quindi, per far capire meglio l’entità, non solo ha prodotto energia per i propri consumi ma anche per la Tv e gli elettrodomestici del vicino di casa.

 

Termico=> % della copertura del fabbisogno di acqua calda sanitaria di una famiglia standard

 

Per lo stesso motivo, anche chi avesse installato un impianto di pannelli solari termici sul proprio tetto di casa, negli ultimi 15 giorni avrebbe potuto beneficiare di una copertura di fabbisogno di acqua calda, molto vicina o addirittura pari al 100% in gran parte dell’Italia. L’impianto solare termico che viene preso come riferimento è un impianto tipico con le seguenti caratteristiche:

 

– tipico per una famiglia di 3 persone che usano in media 60 lt di acqua calda sanitaria al giorno (quindi un totale di 180 lt) ad una temperatura di 40°
– tipo di sistema: a circolazione forzata
– tipo di pannello: piatto
– dimensione del pannello: 4 m2
– numero di pannelli: 2
– dimensione del serbatoio: 200 lt
– spessore dell’isolamento del serbatoio: 10 cm
– inclinazione del tetto: 15°
– orientamento verso: sud

 

Da notare che se si sono utilizzati pannelli solari termici per riscaldare l’acqua calda sanitaria, ogni famiglia negli ultimi 15 giorni, ha risparmiato 11 m3 di metano oppure 90 kWh di energia elettrica.

Eolico => produzione di energia elettrica espressa in numero di abitazioni equivalenti

 

Il Meteo Energia fornisce dunque un terzo indicatore che indica il numero di abitazioni che hanno ottenuto energia elettrica grazie al vento che c’è stato, valore equivalente ad una precisa zona geografica.

 

Essendo l’eolico molto più diffuso al sud Italia, ad esempio in Puglia, negli scorsi 15 giorni grazie ai 1.394 MW installati ed al vento che ha soffiato nella regione, sono stati prodotti 142.000 MWh di energia elettrica tale da coprire il fabbisogno quindicinale di quasi 1.122.000 abitazioni che corrispondono a tutte quelle presenti nelle regioni Liguria e Umbria.

 

Meteo Energia viene editato dal partner “ENERGIZAIR

Print Friendly, PDF & Email