Nel workwear italiano il modello di business efficiente ed eco-friendly

43

Poliestere riciclato e cotone Faitrade e/o organico. Sono i materiali contenuti nei prodotti di Klopman, azienda produttrice di abiti da lavoro che opera nell’ottica della sostenibilità e dell’efficienza. L’intervista alla Product Manager Elke Bissdorf.

È possibile conciliare l’idea del workwear sostenibile a quella di una tenuta da lavoro a basso costo e che risponda alle esigenze degli acquirenti?

Il progetto nasce dalla volontà dell’azienda di farsi portavoce nel workwear di una tendenza in atto in moltissimi settori merceologici: sviluppare un modello di business sempre più attento e consapevole alle necessità ambientali e sociali del mondo che ci circonda. L’idea è semplice: sostituire i tessuti della gamma Klopman con equivalenti eco-friendly, realizzati con poliestere riciclato e cotone Fairtrade e/o organico, mantenendo inalterate la qualità e le performance di prodotto.

Quali sono gli elementi che riducono il suo impatto ambientale?

Il poliestere riciclato si rigenera dalla frantumazione meccanica della plastica delle bottiglie una risorsa che andrebbe altrimenti a finire nelle discariche producendo maggiore quantità di rifiuti.

Il cotone organico, invece, viene coltivato con metodi e prodotti che hanno un basso impatto sull’ambiente (fertilizzazione biologica del terreno, eliminazione dell’uso di pesticidi e fertilizzanti chimici, etc). La scelta del cotone Fairtrade infine va ad impattare le condizioni di vita dei produttori di cotone a sostegno delle comunità locali attraverso regole di mercato equo-solidali.

A questo si aggiunge che i prodotti Klopman sono da sempre riconosciuti nel mercato per le elevate performance che permettono all’abito un ciclo di vita più lungo anche a fronte delle alte temperature di lavaggio utilizzate nelle lavanderie industriali.

Possiamo parlare di efficienza di processo o di prodotto?

Klopman ha sempre applicato un costante e appassionato impegno nell’innovazione del prodotto in funzione della responsabilità etica e ambientale integrando l’efficienza del processo a quella del prodotto.

Dalla selezione delle materie prime alla tessitura, tintura e finitura, i tecnici dell’azienda lavorano costantemente alla minimizzazione delle sostanze tossiche, alla riduzione dei rifiuti e del consumo energetico.

Avete ottenuto delle certificazioni per il vostro lavoro?

Tutti prodotti Klopman sono certificati Oeko-Tex®.  Attraverso questa certificazione i consumatori hanno la garanzia che i prodotti sono stati analizzati per valutarne l’innocuità per la salute umana.

Oltre alla certificazione ISO 9001:2008, Klopman International opera in conformità ai più avanzati standard europei per la gestione della qualità ed è certificata BS EN ISO 14001:2004 (ambiente) e BS OHSAS 18001:2007 (sicurezza).

Sempre più aziende di diversi settori si stanno concentrando sulla propria Corporate Social Responsibility; per il futuro pensate di camminare lungo questa strada? 

Klopman rafforzerà il suo impegno “green” attraverso l’ottenimento di una nuova certificazione in corso di assessment:  Sustainable Textile Production ovvero  STeP by Oeko-Tex®. L’obiettivo della Klopman, attraverso il sistema STeP, è quello di comunicare al pubblico i risultati ottenuti nella produzione sostenibile in modo credibile e trasparente.

A consolidamento del CSR, l’azienda sta lavorando ad un progetto per lo sviluppo di un report di sostenibilità in conformità con gli standard internazionali come la Global Reporting Initiative (GRI), UN Global e ISO 26000.

Print Friendly, PDF & Email
CONDIVIDI
Ivonne Carpinelli

Giornalista con la passione per l’ambiente e l’energia lavoro con Gruppo Italia Energia dal 2014. Mi occupo di mobilità dolce e alternativa, nuove costruzioni, economia circolare, arte e moda sostenibile. Esperta nella gestione dei social network e nel montaggio video non esco mai senza penna, taccuino e… smartphone.