Mercati esteri: un approccio mirato è fondamentale

177

L’importanza, nell’attuale contesto economico, di collocarsi in modo mirato ed efficace in uno scenario internazionale cercando di identificare i mercati a più alto potenziale. E’ stato questo uno degli scenari emersi nel corso della giornata di presentazione delle attività internazionali di ANIE (associazione di Confindustria delle imprese elettroniche ed elettrotecniche). In occasione di quest’evento abbiamo intervistato Andrea Maspero Vice Presidente ANIE per l’internazionalizzazione.

Quali sono i mercati mondiali a più alto potenziale?

I nostri settori di eccellenza sono tutti i mercati asiatici come l’India, la Cina, stiamo studiando poi interventi in Australia e sicuramente gli Stati Uniti. In particolare per quanto riguarda l’ambito energetico sono questi i settori emergenti, perchè la popolazione è in grande crescita e il fabbisogno energetico sicuramente aumenterà nei prossimi anni. ANIE interviene in tutti questi comparti attraverso la fornitura di infrastrutture per la trasmissione dell’energia e, più in generale, per tutto quello che riguarda il settore dell’elettronica e dell’elettrotecnica.

In questo contesto come si colloca l’Italia?

Il nostro Paese sicuramente è uno dei grandi player per capacità produttive, per l’ingegno tipico italico e per la capacità di studiare soluzioni innovative. Abbiamo in corso dei progetti per la trasmissione di energia in tutti i Paesi che ho citato prima e anche in Turchia. Sicuramente le nostre aziende sono tra i player principali, come concorrenti abbiamo solamente la Germania e alcune aziende americane.

Qual è l’importanza di  inserirsi in un contesto internazionale? In che modo ANIE supporta le aziende nel processo di internazionalizzazione?

In un contesto come quello attuale direi che è fondamentale per un’azienda collocarsi su un mercato internazionale ed esportare i propri prodotti, perchè come, emerso nel corso della giornata, chi non esporta è destinato ad avere dei problemi. Come dicevamo prima l’esportazione non deve essere fatta solo sui mercati europei, l’esportare a questo punto significa muoversi con successo al di fuori dell’Europa. ANIE con la sua struttura è in grado di favorire e aiutare le esportazioni attraverso la consulenza, la fornitura di informazioni e  un team di persone preparate che possono aiutare le imprese medio piccole. Naturalmente le multinazionali non hanno bisogno di noi perchè sono già presenti sui vari mercati, ma le strutture medio piccole trovano in ANIE un referente e un partner affidabile.

Può darci una panoramica dei progetti internazionali previsti per il 2015?

Abbiamo previsto una serie di partecipazioni alle fiere più importanti come per esempio il Middle East Electricity o in Russia.  Abbiamo poi programmato dieci visite con incontri b2b nei vari Paesi del mondo che spaziano dagli Stati Uniti al Messico, alla Svezia, alla Cina all’India alla Malesia a Singapore.

Print Friendly, PDF & Email