Il settore del food service e dell’ospitalità è in crescita, in Italia come in Europa, con tutti gli indicatori economici in positivo per il quinto anno consecutivo.
Lo afferma Efcem Italia, l’associazione nazionale di produttori di attrezzature per il comparto, in occasione dell’incontro con la stampa dal titolo “Andamento del mercato, efficienza energetica e sorveglianza, scenari futuri: connectivity” di venerdì scorso a Milano.
La domanda italiana è aumentata, a seconda del tipo di prodotto considerato, tra l’8% e il 12%, grazie “alla piccola ripresa dei consumi, all’orientamento verso le culture enogastronomiche etiche e innovative e al turismo, il cui flusso è cresciuto del 5%”, spiega la società.

L’etichetta energetica

In un settore molto energivoro come quello delle attrezzature per il food service e la ristorazione, Efcem Italia ha introdotto lo strumento dell’etichetta energetica per frigoriferi e congelatori professionali (adottata in Italia su base volontaria nel 2012).
L’idea punta a informare i manager della cucina sui consumi, dando la possibilità agli operatori di essere più efficienti dal punto di vista energetico. Dal 2016, l’etichetta è disciplinata dai nuovi Regolamenti Europei per armadi frigoriferi e congelatori professionali, che obbligano ad essere informati sulla classe energetica dell’apparecchio al momento dell’acquisto. Efcem prevede che l’effetto combinato dei due Regolamenti possa generare un risparmio annuo di energia elettrica pari a 6,3 TWh entro il 2020 e 15,6 TWh entro il 2030.
Secondo l’associazione, questo strumento sarà un driver del mercato nei prossimi anni.
Sono iniziati i controlli di mercato – informa Beatrice Zanolini, componente del Consiglio della Camera di Commercio di Milano – ed Efcem Italia supporta gli Associati nel corretto utilizzo, in termini di fruibilità, conoscenza e condivisione dell’etichetta tra tutti gli operatori della filiera”.
Dobbiamo continuare, come aziende italiane – ha commentato il Presidente Evaldo Porroa distinguerci sviluppando continuamente nuovi concept innovativi, investendo risorse in un approccio green ed ecoefficiente.”

Connectivity

Un altro aspetto importante rilevato è quello della connettività, o connectivity, ossia la capacità di apparecchi diversi di interfacciarsi tra loro in una rete condividendo dati e informazioni. Con una gestione da remoto disponibile 24 ore al giorno, 365 giorni l’anno, si riducono i costi e i tempi di fermo macchina, grazie all’analisi dei dati in tempo reale. In questo modo viene garantito anche un livello adeguato di sicurezza per tutto il ciclo di vita del prodotto.
L’innovazione nel settore sta portando dispositivi di sensoristica intelligente e sistemi connettibili.
Il tema della connectivity si lega al Piano Industria 4.0, per cui gli utenti potranno usufruire degli incentivi di superammortamento.

Efficienza nei supermercati

Interventi di efficientamento energetico anche per il supermercato ARD Discount, nell’isola di Lipari, con l’operatore di Gdo Commerciale Gicap che si è affidata a Schneider Electric per la fornitura di una soluzione integrata di building management. Del progetto, in particolare, è stata incaricata la Tecno Engineering, partner delle rete Ecoxpert della compagnia tedesca. Gli interventi saranno focalizzati sull’efficienza dell’impianto frigorifero, il monitoraggio dei consumi generali e di ogni reparto e il monitoraggio, il controllo e la gestione remota degli impianti elettrici e frigoriferi.
La mia azienda ha una fame estrema di risparmiare energia elettrica”, ha sottolineato Francesco Capone, direttore tecnico GiCap.
Il servizio offerto sarà di controllo delle luci, dell’elettricità e del freddo alimentare, ma riguarderà anche la gestione energetica del punto vendita, da effettuare da remoto presso la centrale del gruppo GiCap a Tremestieri, in provincia di Messina.
Saranno sostituite le valvole dei banchi frigoriferi con controllori Eliwell di Schneider Electric, dotati di algoritmi di ottimizzazione energetica e collegati al sistema di automazione e supervisione dell’edificio EcoStruxure Building Operation. Questi consentiranno la gestione a distanza delle princiapali zone di consumo energetico, come l’impianto frigorifero ed elettrico.
I contatori che saranno installati nel punto vendita, invece, misureranno l’energia dei vari reparti e successivamente, mediante un gateway Com’X 510, trasmetteranno i dati raccolti su un portale, al quale è possibile accedere da remoto. In questo modo sarà semplificata l’allocazione dei costi e la visualizzazione dei dati energetici, poiché le misure provenienti dagli strumenti saranno raggruppati per utenza o area.
In automatico saranno identificati i consumi anomali, gli sprechi, il fattore di potenza (essenziale per evitare le penali), la potenza contrattuale corretta e la tariffa più adatta. Un servizio di reportistica mensile, infine, informerà sull’andamento dei consumi e sul raggiungimento degli obiettivi riferiti agli indici di performance impostati.

Print Friendly, PDF & Email