Efficienza domestica e sostenibilità ambientale al centro delle attenzioni degli italiani

I dati dell'Osservatorio Sara Assicurazioni.

465

L’82% degli italiani dichiara di essere attento nei confronti di sprechi e comportamenti ecostenibili, il 39% si dichiara disponibile a intervenire per riqualificare la propria abitazione da punto di vista energetico questi i dati dell’ultima ricerca dell’Osservatorio Sara Assicurazioni.

Il tutto a ulteriore conferma di quanto “la casa ricopra un ruolo centrale nella vita degli italiani” sottolinea in una nota Marco Brachini, Direttore Marketing, brand e Customer relationship di Sara assicurazioni, che sottolinea anche come “adottare piccole abitudini nella vita di ogni giorno all’interno delle pareti domestiche può incidere positivamente sia sull’ambiente, sia sul risparmio”.

Esistono, come stimolo ulteriore al ridotto impatto ambientale, anche delle considerazioni di carattere meramente economico: una casa efficiente consuma meno energia e fa risparmiare sulle bollette.

Azioni quotidiane dichiarate dagli intervistati

Riguardo il consumo idrico, ad esempio, il 69% degli intervistati preferisce la doccia al bagno, il 59% utilizza l’acqua in modo razionale e il 37% ritiene utili i dispositivi frangi getto nei rubinetti.

Per l’energia elettrica le “vie” del risparmio sono più articolate: si va dallo spegnimento dell’illuminazione quando si esce da una stanza (67% del campione intervistato), alla volontà di sostituire le lampadine a incandescenza con quelle a LED, molto meno consumo e durata da 8 a 10 volte superiore (59%).

Verso gli elettrodomestici, il 51% afferma di acquistarli con una classe energetica elevata, mentre il 90% utilizzerebbe fonti rinnovabili per le proprie necessità, in specifico dal solare al geotermico.

La domotica rappresenta un caso a parte: il 93% si dichiara interessato a utilizzarla, esprimendo delle riserve sulla difficoltà di utilizzo e nella scarsa diffusione.

Print Friendly, PDF & Email