Forlì

Ottenere il 74% di raccolta differenziata, il 22% di riduzione complessiva dei rifiuti e un calo del 54% dell’indifferenziato. Sono gli obiettivi che puntano a raggiungere i 13 Comuni della Romagna Forlivese (Bertinoro, Castrocaro Terme e Terra del Sole, Civitella di Romagna, Dovadola, Forlì, Forlimpopoli, Galeata, Meldola, Modigliana, Rocca San Casciano, Portico di Romagna, Predappio, Premilcuore, Santa Sofia e Tredozio). Un target a cui si vuole arrivare mediante una copertura totale del servizio di raccolta “porta a porta’ tramite bidoncini personali.  L’implementazione di questa misura si era interrotta qualche anno fa. Allora i Comuni della zona avevano optato per la realizzazione di una propria società municipalizzata. Ora il percorso riprende con il nuovo gestore Alea Ambiente e dal 4 giugno si inizia con la consegna dei bidoncini. 

Attualmente il porta a porta è agli inizi

Attulmente il servizio porta a porta è dispoonibile solo per i cittadini di Forlimpopoli, Bertinoro e per il 50% dei residenti a Forlì.

Dal 4 giugno consegna straordinaria dei bidoncini

In particolare la data da segnare per i cittadini dei 13 Comuni interessati è il 4 giugno. A partire da quel giorno partirà una consegna straordinaria di centinaia di migliaia di nuovi bidoncini e bidoni. Questo sia per gli utenti che usano i cassonetti stradali sia per quelli che  sfruttano il porta a porta. 

L’introduzione del transponder RFID

In tutti i casi i nuovi bidoncini funzioneranno tramite il sistema smart del transponder RFID. In questo modo si potrà introdurre a partire dal 2019 la tariffa puntuale che permetterà di ridurre la tariffa dei rifiuti per i cittadini più virtuosi.

Il materiale a disposizione dei cittadini

Entro la fine di giugno verranno poi consegnati contenitori e sacchetti per la corretta raccolta differenziata, un manuale informativo e l’Ecocalendario dove sono indicati giorni e frequenze per la raccolta porta a porta.

Come funzionerà la raccolta

Il principio generale della nuova raccolta sarà quello di promuovere il più possibile l’uso del bidone personale per singola utenza, riducendo al minimo il contenitore condominiale. Il sistema transponder di ogni bidone permetterà di valutare l’azione di svuotamento: in particolare minore sarà il numero degli svuotamenti, minore sarà la bolletta quando entrerà in vigore la tariffa puntuale. Va tuttavia ricordato che è comunque presente una quota fissa che dipende dal numero dei componenti della famiglia per le utenze domestiche e dalla superficie per quelle non domestiche. Questo elemento incide sul 60% della bolletta. La quota variabile è limitata al 40%, è qui che si inseriscono le riduzioni per i cittadini più virtuosi.

Le regole

I contenitori sono suddivisi in umido, plastica, lattine, carta e facoltativamente rifiuti vegetali. La raccolta del vetro, invece, continua a svolgersi tramite i bidoni in strada  (esclusi i comuni di Forlimpopoli e Bertinoro). In base alle diverse zone i rifiuti umidi in città saranno raccolti massimo 3 volte alla settimana. Inoltre le isole ecologiche saranno ingrandite.

Print Friendly, PDF & Email