riciclo alberi di natale

Le festività natalizie sono ormai terminate e molti italiani sono alle prese con la gestione dell’albero di Natale. Dove portare questi abeti,  naturali o artificiali, che ormai non servono più?

Ecco una serie di informazioni utili relative ad alcune città italiane.

Roma

A Roma, anche quest’anno per il tredicesimo anno consecutivo, Ama (l’azienda che gestisce i rifiuti nella Capitale) – in collaborazione con l’assessorato alla sostenibilità ambientale di Roma Capitale e il comando Unità per la tutela forestale ambientale e agroalimentare dell’arma dei Carabinieri – ha promosso una campagna per la raccolta gratuita degli alberi natalizi naturali.

I cittadini potranno consegnare le piante nei 14 centri di raccolta Ama  tutti i giorni nei diversi municipi della Capitale. Gli abeti verranno valutati dall’azienda in collaborazione con il comando forestale dei Carabinieri e le piante che verranno considerate adatte verranno trasportate e ripiantate nella sede del Comando di Arcinazzo Romano. Questi alberi saranno al centro poi di iniziative di educazione ambientale. Gli abeti che non possono essere ripiantati verranno invece trasportati all’impianto Ama di  Maccarese per diventare compost.

Per evitare di apportare dei danni alla pianta durante il trasporto l’Ama consiglia di inserirlo all’interno di un sacchetto di plastica aperto anche alla base. Lo stesso procedimento deve essere effettuato per la zolla con l’obiettivo di impedirne la frantumazione. La sola differenza consiste nel fatto è che alla base il sacco deve essere integro. 

Gli abeti artificiali, invece, realizzati con materiali non riciclabili, possono essere buttati nel cassonetto per i materiali non riciclabili (senza addobbi e luminarie) se  le dimensioni non superano i 40 centimetri. 

Firenze

Per i cittadini di Firenze sarà possibile consegnare gli alberi in una delle 5 Ecostazioni di Alia attrezzate. Da lì le piante verranno portate nelle biocelle di compostaggio di Case Passerini e trasformati in ammendante compostato. Le ecostazioni sono:

Via di Campigliano 59 a Bagno a Ripoli – Via di Pratignone a Calenzano – Via Cassia per Siena 27 a San Casciano in Val di Pesa – Via Charta 77 angolo via Newton a Scandicci – Via De Gasperi 8/d a Sesto Fiorentino.Per conoscere gli orari di apertura dell’Ecostazione più vicina chiamare il Numero Verde 800-330011 o consultare il sito www.aliaspa.it.

Gli orari sono disponibili a questo link.   

Gli alberi possono inoltre essere portati nei cassonetti per rifiuti organici o nelle isole interrate (torretta per l’organico). La regola è non lasciare gli abeti all’esterno dei contenitori o sulle piattaforme. E’ inoltre possibile, in quei Comuni dove è attivo il servizio  porta a porta, consegnare la pianta spezzata e inserita nel sacco o nel bidoncino il giorno di ritiro dell’organico.

Ferrara

A Ferrara tutti i cittadini che devono buttare un albero di Natale sintetico, 7 su 10 secondo la Coldiretti, devono portarlo nelle seguenti stazioni ecologiche:via Caretti, via Ferraresi (angolo via Carlo Porta), via Cesare Diana (Cassana) . Gli orari e  i giorni di apertura sono consultabili sul sito www.gruppohera.it.

Napoli

Per quanto riguarda la città di Napoli, l’elenco delle  Isole Ecologiche Fisse e alle Isole Ecologiche Mobili per il ritiro ingombranti, dove è possibile portare gli alberi di Natale, è presente sul sito di Asia Napoli. Gli orari e gli indirizzi sono disponibili a questo link.

Print Friendly, PDF & Email