RSE capofila del progetto europeo Smartnet per favorire un’integrazione ottimale tra TSO e DSO

281

Analizzare architetture per l’interazione ottimale tra gestore della rete di trasmissione (TSO) e gestore della rete di distribuzione (DSO) nello scambio di informazioni per il monitoraggio e per l’acquisizione di servizi ancillari (bilanciamento, regolazione di tensione, gestione delle congestioni).

È questo il principale obiettivo di Smartnet, il progetto europeo promosso, nel quadro di Horizon 2020, da un consorzio di 22 partner provenienti da 9 diversi Paesi UE e guidato dal centro di ricerca italiano RSE (Ricerca sul Sistema Energetico), che prevede un finanziamento complessivo di 12 milioni di euro.

Essere leader di un progetto di questa rilevanza e questa portata in termini di finanziamento – ha sottolineato Stefano Besseghini Amministratore Delegato di RSEè un elemento di grande soddisfazione per il nostro Centro e per tutta la ricerca italiana nel settore dell’energia. Il nostro ruolo di capofila testimonia la qualità delle nostra ricerca e ne certifica la capacità di proporsi come interlocutore privilegiato a livello europeo, grazie alle nostre competenze, alle nostre relazioni e alla capacità di essere portatori di proposte e soluzioni utili per l’intera strategia energetica europea”.

Tra i partner principali del progetto, che è partito a gennaio 2016 e si concluderà a dicembre 2018, ci sono i TSO TERNA ed Energinet.dk, i DSO SELNET, Nyfors, ENDESA, i manufacturers SIEMENS Italia, SELTA e EURISCO, Vodafone per la parte inerente le TCL.

Non mancano poi i centri di ricerca europei tra cui VITO, DTU, VTT, SINTEF, TECNALIA, University of Strathclyde, AIT e la Florence School of Regulation. In particolare quest’ultimo, un progetto dello European University Institute (EUI), si occuperà degli aspetti legati alla comunicazione del progetto.

“Il nostro ruolo – ha spiegato Ilaria Conti FSR Reaserch and Policy Coordinator, EUI sarà quello di diffondere il più possibile le informazioni su questo progetto usando tutti gli strumenti che abbiamo a disposizione sia online, sia attraverso l’organizzazione di workshop e conferenze. (…) Prevediamo di organizzare un workshop a Firenze, altri saranno organizzati in altre città europee, questi saranno sicuramente i veicoli più importanti per la promozione degli step conseguiti  nei prossimi tre anni. Abbiamo, inoltre, a disposizione una piattaforma molto ricca, utilizziamo spesso online tools come webinars, organizziamo online debates e saremo responsabili di quello che sarà il biglietto da visita del progetto, ovvero il sito vero e proprio”.

Uno degli elementi cardine sarà la creazione di architetture di rete, volte a implementare l’interazione tra TSO e DSO. Il confronto avverrà tra tre realtà nazionali: Italia, Danimarca e Spagna. In particolare verranno effettuate delle simulazioni su una piattaforma software in seguito implementate in laboratorio con una partial replica che prevede l’inclusione di elementi hardware di controllo forniti da un manufacturer.

Ma quello legato all’analisi delle architetture di rete non è l’unico aspetto affrontato nell’ambito di Smartnet, come ha sottolineato Gianluigi Migliavacca, RSE Project Coordinator Italy facendo riferimento a tre pilot tecnologici. Il primo, riferito all’Italia, “riguarda la gestione del monitoraggio di dati provenienti da piccoli produttori posti nella zona del distributore SELNET, in Alto Adige, che vengono fatti risalire fino alla rete di trasmissione in modo da renderli disponibili al TSO, quindi a Terna, per il monitoraggio. Per quanto riguarda, invece, gli altri due pilot, uno, con il partner danese, è sulle piscine indoor e sulla flessibilità termica che possono fornire, mentre il terzo, spagnolo, vede il coinvolgimento di Vodafone e riguarda la possibilità di fornire servizi di flessibilità da parte di radio base stations, apparati, sparsi per il territorio, che servono per le telecomunicazioni e hanno delle piccole unità di storage locali”

Nei video qui di seguito

 

Ilaria Conti FSR Reaserch and Policy Coordinator, EUI  approfondisce aspetti legati al sito del progetto

 

 

Marco Rossi RSE, che partecipa alla squadra di coordinamento del progetto e in particolare si occupa di aspetti legati alla parte di simulazione, approfondisce questa tematica

 

 

Juan Morales Gonzàles, Associate Professor, Technical University of Denmark parla del pilot danese

 

 

Carlos Medina di TECNALIA parla del pilot spagnolo

 

http://youtu.be/VyFXVplIFAg

 

Daan Six, Reaserch Domani Leader, centro di ricerca VITO

 

Print Friendly, PDF & Email
CONDIVIDI
Monica Giambersio

Giornalista professionista e videomaker. Laurea specialistica in Filosofia, master in giornalismo multimediale. Collaboro con Gruppo Italia Energia dal 2013.