PASTA, il progetto europeo che muove “dolcemente” le città

17

Cammina, pedala, vivi. Uno stile di vita e uno slogan quello usato dall’agenzia Roma servizi per la mobilità e da Roma Capitale per promuovere il progetto di ricerca europeo PASTA, acronimo per Physical activity through sustainable transport approaches. L’obiettivo: incentivare la mobilità attiva tra i cittadini per liberare le strade, ormai parcheggi a cielo aperto, dallo stress e dal traffico auto. E stimolare l’intermodalità: l’uso del trasporto pubblico alternato agli spostamenti a piedi o in bicicletta per almeno 20 minuti al giorno.

Partito nel 2013 con 7 città europee (Roma, Barcellona, anversa, Londra, Vienna, Zurigo e Oerebro), a Roma il progetto ha finora raccolto 1400 volontari che, una volta registrati al portale, compilano regolarmente dei questionari online sulle proprie abitudini di spostamento. Cuore dell’iniziativa è la fascia di popolazione tra i 20 e i 60 anni, con un picco per i 30enni e i 40enni, e omogenea partecipazione di uomini e donne. L’obiettivo è quello di arrivare a 2000 partecipanti entro la fine del progetto, fissato per ottobre 2017. A 20 fortunati partecipanti lunedì 15 febbraio l’agenzia per la mobilità ha consegnato altrettante biciclette elettriche. Un premio per l’impegno “green”, ancora più importante in una città così difficile come Roma che, comunque, sembra sempre più sensibile al tema della ciclabilità.

Infatti nel PON Metro sono previste nuove risorse per arricchire la Capitale di piste ciclabili e griglie di parcheggio. La città, dunque, sembra cambiare, poco alla volta e con grande sforzo. Al lavoro dell’amministrazione si affianca quello delle iniziative dal basso che dimostrano gli effetti benefici della mobilità dolce. C’è BIISY, l’applicazione trip planner che punta a trasformare lo spostamento in opportunità. E ancora Bike to school Roma, iniziativa cui aderiscono i genitori che una volta al mese accompagnano i figli a scuola in bicicletta.

Di seguito il video integrale sulla giornata di premiazione del progetto.

Print Friendly, PDF & Email