Dall’industria alla PA : la forza degli Energy Manager

34

C’è chi lo raffigura come un super eroe e chi sembra non risentire della sua assenza. È l’energy manager, figura nata negli Stati Uniti nel 1973 – ai tempi della prima crisi petrolifera – e rilanciata in Italia con la legge 9 gennaio 1991 n. 10. Dopo 25 anni, e uno scenario economico ed energetico decisamente mutato, questa figura professionale accentra su di sé sempre maggior interesse da parte di imprese, operatori e Pubblica amministrazione. A testimoniarlo anche l’ultimo Rapporto annuale sugli Energy Manager, redatto e presentato dalla FIRE presso la sede del MiSE, da cui e7 prende spunto per l’apertura dell’ultimo numero. Efficienza che, soprattutto in condominio, deve far leva su strumenti finanziari mirati per convincere della sostenibilità economica dell’intervento, come sottolineato da Mario Tramontin, Manager di Rete Irene.

Dall’efficienza alla sostenibilità: sia nelle costruzioni, con la facciata biodegradabile stampata in 3D dell’edificio che ospiterà il semestre olandese di presidenza dell’UE; che nella produzione, con la volontà della Regione Sardegna di puntare sulla bioeconomia.

Dalla sostenibilità alla PA 2.0 con l’intervista a Leopoldo Genovesi, AD Trust Technologies, e a Michele De Lazzari, Responsabile UO Identità Digitale di InfoCert, sull’avvio ieri del Sistema pubblico per la gestione dell’identità-SPID.

Prima delle consuete rubriche, Tecnonews e Visto su Canale Energia, un approfondimento sulla ricchezza tecnologica italiana per l’abbattimento delle emissioni presentata al REM di Ravenna.

Leggi il numero completo 

Print Friendly, PDF & Email