Cired, tra distribuzione e reti intelligenti, si parla di Consumatore

28

reti 1Distribuzione, reti intelligenti e non solo al workshop CIRED – Roma l’11 e 12 giugno. È il rapporto con il consumatore il tema con cui si apre la due giorni di specialisti internazionali, abituale preludio al CIGRE che avrà luogo a Parigi il prossimo agosto.

Diverse ricerche internazionali sono state confrontate sul tema per studiare come coinvolgere il consumatore nel mercato elettrico.

Secondo Linda Hull (EA Technology) il primo passo è nel cambiare il modello di analisi. L’economia classica, infatti, non tiene conto di alcune componenti decisorie fondamentali nel consumatore di oggi: background culturale, esperienze pregresse, informazioni e facilità di realizzazione. Lo schema ricorda l’evoluzione degli ultimi modelli di comunicazione come illustra nell’intervista video la Hull.

http://www.youtube.com/watch?v=FrtEO32viAw&feature=youtu.be

Altro approccio è realizzare di una rilettura del target dei consumatori e, come in Italia ha provveduto l’Acquirente Unico (vedi Canale Energia), all’estero sono andate avanti diverse ricerche in tal senso. Ma sopratutto quali sono i vantaggi che gli utenti potrebbero riscontrare nel demand response? Una ricerca condotta da Vattenfall ne ha valutato i margini, la illustra Christina Svalstedt nell’intervista seguente.

http://www.youtube.com/watch?v=SsJYgcREGJE&feature=youtu.be

Il cliente finale va emozionato, lo dicono anche dalla Distrubuçao Energia in Portogallo, il coment video di João Filipe Nunes EDP Distribuição Energia.

http://www.youtube.com/watch?v=K_9op4Rg8yM&feature=youtu.be

Ma chi guarda questo mondo dal punto di vista del consumatore cosa vede? Non solo bollette o smart grid, la prima richiesta è “a cosa mi può servire questo strumento ora o eventualmente cosa mi manca per riuscire a usufruire di un dato servizio”. Questo il suggerimento di Maria Luisa Villa di Altroconsumo che sottolinea l’importanza di saper differenziare l’utente tutelando le categorie più deboli e da proteggere. E risponde anche al quesito dei diversi ricercatori: “forse una chiarezza iniziale nei rapporti, non avrebbe deluso e reso circospetti i consumatori di oggi”.  

 http://www.youtube.com/watch?v=I62mX8-NRvw&feature=youtu.be

 

 

Print Friendly, PDF & Email
CONDIVIDI
Agnese Cecchini
Giornalista, video maker, sviluppo format su più mezzi (se in contemporanea meglio). Si occupa di energia dal 2009, mantenendo sempre vivi i suoi interessi che navigano tra cinema, fotografia, marketing, viaggi e... buona cucina. Direttore di Canale Energia; e7, il settimanale di QE e direttore editoriale del Gruppo Italia Energia.