Tutela e trasparenza al centro della prima energy community dei consumatori

685

I clienti del Gruppo d’acquisto sostenibilità, l’iniziativa promossa da Codacons e Konsumer Italia, potranno accedere a un’offerta di Green energy network per la fornitura di elettricità e gas che sconterà fino al 20% il costo dell’energia determinato dall’AEEGSI. L’annuncio è stato dato dal fornitore, anche lui parte del Gruppo d’acquisto, che vuole assicurare trasparenza e convenienza ai clienti. Con Fabio Mezzetti, General Director Sales & Marketing, e Antonio Zucconi, Customer Care Director, facciamo il punto sul percorso di avvicinamento fin qui promosso dal gruppo.

Il Gruppo d’acquisto sostenibilità è stato definito come la “prima energy community dei consumatori”; cosa si intende con questo termine?

Mezzetti – Per energy community si intende una comunità di utenze (private, pubbliche, o miste) localizzate in una determinata area di riferimento in cui gli utilizzatori finali (cittadini, imprese, Pubblica Amministrazione etc.), gli attori di mercato (utility etc.), i progettisti, gli addetti alla pianificazione e i politici cooperano attivamente per sviluppare livelli elevati di fornitura “intelligente” di energia, favorendo l’ottimizzazione dell’utilizzo delle fonti rinnovabili e dell’innovazione tecnologica nella generazione distribuita e abilitando l’applicazione di misure di efficienza, al fine di ottenere benefici sulla economicità, sostenibilità e sicurezza energetica. Questo rappresenta quindi un auspicio del Consiglio europeo e della stessa Authority italiana che diventa realtà grazie a un’attenta attività di controllo e condivisione che si è avvalsa anche delle sinergie con ricercatori universitari. L’obiettivo è di ottenere una vera tutela del consumatore, rendendo accessibile a un costo calmierato un’importante voce del bilancio familiare quale l’energia.

Dopo un percorso comune con Codacons e Konsumer Italia, avete ridefinito i contenuti contrattuali e le procedure aziendali per avere piena conformità al Codice del Consumo. Può fornirci ulteriori dettagli?

Mezzetti – Codacons e Konsumer Italia, per la creazione del Gruppo d’Acquisto Sostenibilità, hanno avviato un progetto mesi fa con Green Network nel quale sono stati ridefiniti i contenuti contrattuali e le procedure aziendali. I contratti sono stati analizzati e approvati da giuristi e professori universitari delle associazioni dei consumatori, specializzati in materia di forniture di luce e gas. Per quel che riguarda le procedure aziendali vorrei sottolineare l’importanza di aver ottenuto il riconoscimento “Azienda Affidabile – Ok Codacons” e il fatto che in alcuni processi interni adottiamo regole ancor più rigide del Codice del Consumo.

Un altro punto importante del vostro lavoro riguarda la conciliazione paritetica che prevede la risoluzione della controversia entro 15 giorni.

Mezzetti – Il Servizio di Conciliazione paritetica è uno strumento previsto nell’ambito dell’accordo quadro siglato da Green Network, Konsumer, Codacons e ogni altra associazione dei consumatori che in futuro sceglierà di aderirvi.

La procedura di conciliazione è gratuita per il consumatore. L’istruttoria nonché la decisione sulla controversia è curata da una Commissione Paritetica formata da due conciliatori, uno in rappresentanza dell’Associazione e uno dell’impresa. La procedura vede l’esclusivo confronto tra i conciliatori nominati dalle parti nella ricerca di un accordo amichevole per la composizione della problematica insorta.

Tale strumento (che si inserisce nel panorama dei metodi alternativi di risoluzione delle controversie in via stragiudiziale affiancando altre soluzioni già operative) oltre ad avere l’effetto positivo di ridurre il contenzioso legale, garantendo una tutela più rapida ed efficace di entrambe le parti, consentirà a Green Network di rispondere ancora di più alle esigenze dei clienti anche attuando misure idonee al miglioramento del servizio offerto.

Quali sono i punti critici emersi finora nella relazione con l’utente?

Zucconi – Nonostante le recenti normative dell’Autorità dell’energia elettrica e il gas e il servizio idrico (AEEGSI) sulla semplificazione del contenuto della bolletta e l’impegno di Green Network a presentare ai propri clienti una bolletta quanto più possibile trasparente e comprensibile, riscontriamo che in Italia c’è ancora una costante esigenza di ricevere chiarimenti sul significato dei numerosi elementi di costo stabiliti dall’AEEGSI.

Inoltre, la nuova bolletta 2.0 dovrebbe essere più semplice da leggere per il cliente e garantire uno standard adottato da tutti i venditori: tuttavia riscontriamo che alcuni nostri concorrenti, in certi casi, non riportano chiaramente il costo unitario dell’energia, componente prevista dalla normativa.

Con la fatturazione del canone RAI in bolletta ci sono stati maggiori problemi da risolvere?

Zucconi – Green Network, a partire da aprile 2016, ha pubblicato sul proprio sito internet una pagina dedicata a informare i propri clienti sulle modalità di fatturazione e di presentazione della richiesta di esenzione del canone RAI. Obiettivo dell’iniziativa è stato quello di rendere l’utente correttamente informato riguardo le disposizioni introdotte con la Legge di Stabilità 2017. Pertanto, superato il primo bimestre di fatturazione del canone RAI e di rodaggio dei flussi informativi con l’Agenzia delle Entrate, nel quale abbiamo registrato un maggior numero di contatti di informazione da parte del cliente, oggi non rileviamo particolari criticità in merito a tale argomento.

Print Friendly, PDF & Email
CONDIVIDI
Ivonne Carpinelli
Giornalista con la passione per l'ambiente e l'energia lavoro con Gruppo Italia Energia dal 2014. Mi occupo anche di mobilità dolce e alternativa, nuove costruzioni, economia circolare, arte e moda sostenibile. Esperta nella gestione dei social network e nel montaggio video non esco mai senza penna, taccuino e... smartphone.