Ristrutturare casa risparmiando e tutelando l’ambiente è possibile

38

ristrutturazioneDopo molti anni che si vive in una casa, può essere necessario effettuare alcuni lavori di ristrutturazione. Ecco come risparmiare tutelando l’ambiente.

Dopo aver vissuto in una casa per molti anni l’usura, le intemperie e tanti altri fattori portano ad un logoramento della struttura a cui si può porre rimedio solo attuando degli interventi di ristrutturazione. Che si tratti di un intervento superficiale, o di lavori più impegnativi, spesso una famiglia non è in grado di sobbarcarsi una simile spesa, pertanto si mette alla ricerca delle soluzioni di prestito più vantaggiose in modo da disporre nell’immediato della liquidità necessaria a rimettere in sesto lo stabile.

 

I prestiti finalizzati alla ristrutturazione della casa sono un prodotto offerto da numerosi istituti di credito, come Agos, Findomestic e altre banche, quindi basta impegnarsi seriamente nel vaglio per trovare non solo il più conveniente ma anche il più adatto a soddisfare le proprie necessità.

Inoltre, grazie alla proroga degli ecobonus decisa con l’approvazione delle Legge di Stabilità, chi decide di ristrutturare la propria casa può beneficiare di detrazioni fiscali sull’importo speso. Per ottenere gli ecobonus, tuttavia, i lavori di ristrutturazione devono essere finalizzati all’efficientamento energetico dell’edificio: ad esempio, sono detraibili i lavori effettuati per ottimizzare l’isolamento termico della propria abitazione, per installare impianti fotovoltaici o per sostituire impianti di climatizzazione invernali.

 

La detrazione fiscale è pari al 65% per i lavori effettuati dal 6 giugno 2013 al 31 dicembre 2014, mentre scenderà al 50% per i lavori effettuati nel 2015.

Risparmiare, inoltre, vuole dire anche tutelare l’ambiente: compiendo le scelte giuste, infatti, è possibile raggiungere entrambi questi obiettivi. La prima cosa da valutare è cosa deve essere radicalmente cambiato e cosa invece può essere semplicemente modificato. Ad esempio, non sarà sicuramente necessario acquistare nuovamente tutti i mobili della casa: i più vecchi possono essere restaurati, anche con le tecniche del fai da te.

Particolare attenzione deve poi essere riservata alla scelta dei materiali. Devono essere senza dubbio materiali di prima qualità: in questo modo si spenderà qualcosa di più, ma con il passare del tempo si risparmierà sui costi di manutenzione.

Inoltre è importante verificare la composizione dei materiali, che devono essere assolutamente atossici. Ad esempio, è bene evitare la formaldeide, sostanza tossica che può essere presente in alcune moquette o materiali isolanti. Anche le vernici che contengono composti organici volatici, i cosiddetti VOC, devono essere evitate, perché dannose sia per la salute che per l’ambiente.
Saranno quindi da preferire materiali isolanti in fibra di cotone, moquette organiche e pitture a base di acqua.

 

Per risparmiare e al contempo proteggere l’ambiente è bene preferire fornitori locali per i materiali da utilizzare durante i lavori. In questo modo si ridurranno le emissioni di anidride carbonica dovute ai trasporti e si privilegeranno i materiali a chilometri zero.

Un ultimo importante accorgimento riguarda lo smaltimento dei materiali di scarto che inevitabilmente si producono durante i lavori di ristrutturazione e che probabilmente rappresentano il maggior pericolo per l’inquinamento ambientale. Si stima infatti che durante la ristrutturazione di un’abitazione si producano circa 115 chilogrammi di materiali di scarto per ogni metro quadrato.
Per lo smaltimento di questi materiali è bene rivolgersi a ditte specializzate oppure a cantieri di demolizione, verificando che si occupino anche del ritiro di vecchi cablaggi ed elettrodomestici. Per quanto riguarda questi ultimi, ricordiamo che i negozianti hanno l’obbligo di occuparsi dello smaltimento di vecchi computer, lavatrici e frigoriferi e che perciò possono essere contattati per chiedere il ritiro gratuito dei vecchi apparecchi.

a cura di Jessica Marzella

Print Friendly, PDF & Email