Risparmiare sulla bolletta della luce ottimizzando il condizionatore

28

Con l’estate alle porte e il primo caldo che si fa sentire, ottimizzare il condizionatore è indispensabile per risparmiare sulla bolletta della luce.

caldoSe siamo sopravvissuti alle spese per il riscaldamento dei periodi invernali, è ora di organizzarsi a risparmiare sulla bolletta della luce anche per questi mesi estivi. Un buon primo passo è quello di mettere le offerte di Acea a confronto con quelle di Illumia e altri operatori alla ricerca delle tariffe più vantaggiose, ma il secondo step è capire qual è il miglior modo per utilizzare i nostri condizionatori.
Anche se questo comporta un piccolo investimento, è sempre bene valutare di acquistare un nuovo apparecchio se il nostro è ormai vecchio e malandato: non solo funziona male, ma certamente consuma molto di più del necessario. Se poi l’acquisto rientra in lavori di ristrutturazione mirati alla riqualifica energetica dell’appartamento, è anche possibile beneficiare di una detrazione fiscale del 50%. Sul sito dell’Agenzia delle Entrate è presente una guida al bonus mobili diretto anche all’acquisto di grandi elettrodomestici.
Fatta questa opportuna premessa, vediamo come è possibile utilizzare al meglio il nostro condizionatore per risparmiare sulla bolletta senza rinunciare a nulla. Prima di tutto va detto che non tutte le tipologie di prodotto sono adatte a tutte le case, ma è opportuno basare la scelta dell’apparecchio sull’ambiente da refrigerare. Vale sempre la regola, ovviamente, della classe energetica: più è alta e meno il condizionatore “spreca” energia. Attenzione tuttavia alle etichette, poiché gli indici di efficienza sono fissati in laboratorio e potrebbero non corrispondere alle reali prestazioni.
Meglio quindi farsi consigliare da un rivenditore serio ed esperto sui prodotti che offre. Il condizionatore, un po’ come altri elettrodomestici, va posizionato in maniera strategica. L’unità esterna, infatti, non dovrà assolutamente essere installata in una zona molto assolata e i vetri delle finestre andrebbero sempre coperti durante l’utilizzo dell’apparecchio per evitare che la luce diretta del sole “scaldi” troppo l’ambiente che necessiterà di più energia per essere raffreddato.
Va bene proteggersi dalla calura estiva, ma meglio non esagerare! Per una questione di efficienza energetica la temperatura non dovrebbe mai scendere al di sotto dei 26 C° e per ottenere un considerevole risparmio in bolletta, cioè fino a 85 euro all’anno, sarebbe meglio utilizzare l’apparecchio come deumidificatore.
Ogni elettrodomestico per funzionare bene deve essere controllato costantemente. Una buona manutenzione e una frequente pulizia permettono di sfruttare al meglio le prestazioni dell’impianto. Così come è bene ricordarsi di pulire la serpentina del frigorifero, quella del nostro condizionatore va pulita una volta all’anno mentre il filtro dell’aria almeno ogni due mesi.
Chiamare un tecnico a effettuare un controllo sull’apparecchio è una pratica che consente di evitare brutte sorprese, ricordandosi soprattutto di far controllare il livello del gas refrigerante. Inoltre, per risparmiare sulla bolletta della luce la tecnologia è dalla nostra parte: programmare l’avvio e lo spegnimento del condizionatore ci aiuta a evitare molti sprechi sia in termini di consumi che in termini economici.

a cura di Cecilia Parola

Print Friendly, PDF & Email