Richieste di prestiti per elettrodomestici in aumento nel 2013

29

ecobonuselettrodomesticiOsservatorio SuperMoney: nel 2013 aumentate le richieste di prestito per avere elettrodomestici e mobili nuovi grazie alla proroga dell’ecobonus.

A causa del difficile periodo che stiamo attraversando, sempre più Italiani cercano di risparmiare in ogni modo, dalle utenze domestiche al cibo, tagliando il superfluo e modificando le proprie abitudini. In alcuni casi però, è possibile che si presentino spese impreviste a cui dover per forza far fronte. Cosa fare, ad esempio, in caso di rottura improvvisa del frigorifero o della lavatrice? Certo non si tratta di apparecchi superflui, ma, al contrario, di beni indispensabili in un’abitazione dignitosa. La mancanza di liquidità, tuttavia, è anch’essa un dato di fatto e molti Italiani non si trovano nella condizione di avere dei risparmi da parte per coprire tali costi imprevisti. In questo caso, la cosa migliore da fare è porre i vari prestiti esistenti sul mercato a confronto, avendo cura di trovarne uno con un tasso di interesse vantaggioso.

 

A quanto pare, sembra che questa soluzione abbia attirato molti consumatori: da uno studio SuperMoney, emerge che le richieste di prestiti finalizzati all’acquisto di mobili e/o elettrodomestici sono aumentate nel corso dell’anno scorso. Il trend sembra essere stato determinato soprattutto dalla proroga dell’ecobonus, come ha sottolineato l’Osservatorio SuperMoney, che suggerisce ai consumatori italiani come trovare il finanziamento migliore presente sul mercato per affrontare le spese importanti. 

 

Gi italiani hanno risposto in maniera decisamente positiva alle proposte in chiave green garantite dal Governo tanto che quest’ultimo ha scelto di aumentare il proprio sforzo, favorendo sia l’economia del settore e sia una riqualificazione in chiave eco degli immobili italiani.

 

Ecco i dati che sono emersi confrontando le circa 160 mila richieste di finanziamento che sono state inoltrate al portale negli scorsi 12 mesi. La domanda è cresciuta del 24,9% per chi ricerca prestiti per rinnovare la casa, mentre si raggiunge il +30,2% se ci si focalizza sul rinnovo solo dell’arredamento.

 

Ma su cosa si punta quando si vuole rinnovare casa? Secondo SuperMoney soprattutto su elettrodomestici e mobili nuovi. Questo perchè anche nel 2014 sono stati prorogati i bonus fiscali per chi decide di ristrutturare. Tutti i cittadini che vogliono comprare mobili o dei nuovi elettrodomestici di classe A o A+ infatti oggi possono avere delle riduzioni sulla dichiarazione dei redditi fino al 50% del valore degli acquisti. Per avere diritto a questo bonus è sufficiente allegare al modulo della dichiarazione le fatture relative a queste spese. SuperMoney al riguardo ha scoperto anche che sono cresciute le cifre dei prestiti richiesti. Veniamo al dettaglio delle percentuali: le domande di finanziamenti finalizzati al rinnovo della propria abitazione erano il 13,93% del totale nel primo semestre, e sono arrivate al 17,40% nel secondo.

 

Se nella prima metà dello scorso anno gli italiani hanno chiesto in media 21.279,69 euro per ristrutturare casa, sono arrivati a 22.365,64 euro nella seconda metà (+5,1%). Per poter acquistare nuovi mobili si è passati dal 22.098,88 euro del primo semestre al 22.621,71 del secondo, con un aumento del +2,37%.

 

Le richieste di prestiti destinati all’acquisto di nuovi mobili, invece, sono passati dall’8,21 al 10,69% nello stesso periodo. Da cosa è stata determinata questa crescita? Soprattutto dal prolungamento anche per il 2013 dei bonus fiscali per le ristrutturazioni. “La proroga del cosiddetto ecobonus ha sicuramente sortito un effetto positivo. Gli italiani sono tornati ad avere fiducia nel credito bancario, forti della possibilità di ammortizzare l’investimento sulla propria casa grazie alle detrazioni fiscali”.  Ha commentato  Andrea Manfredi, Amministratore Delegato di SuperMoney.

 

“Gli istituti di credito non potevano del resto non adeguarsi alla nuova normativa – conclude Manfredi – Sebbene siano sempre esistiti prestiti e mutui dedicati alla ristrutturazione immobiliare, questi sono stati oggetto di speciali campagne promozionali nell’ultimo anno. Probabilmente accadrà anche nel 2014 appena iniziato, poiché gli stessi sgravi fiscali sono stati confermati. Chi può, fa sicuramente bene ad approfittare delle proposte di prestito: è importante tuttavia valutarne con attenzione le condizioni contrattuali, per assicurarsi che l’investimento non diventi più oneroso del previsto”.

a cura di Cecilia Mussi

Print Friendly, PDF & Email