Lento progresso delle auto ibride in Europa, 1,6% sul totale delle vendite

459

In Europa si sta verificando un lento progresso delle auto ibride: nel primo semestre del 2014 le auto ecologiche hanno coperto l’1,6% sul totale delle vendite

E’ importante pensare alle proprie priorità, perché per ognuno di noi sono diverse e spesso non comprendiamo il motivo per cui alcuni possono avere delle idee così diverse dalle nostre. Ad esempio, alcuni hanno la necessità quasi viscerale di seguire le ultime innovazioni della tecnologia, che in alcuni casi possono essere molto ragionevoli, come nel caso delle auto ecosostenibili, che ovviamente hanno un costo. Se si vuole comunque trovare un canale di risparmio si può pensare all’rc auto, in quanto se si mettono le assicurazioni per l’auto più vantaggiose a confronto se ne potrà trovare una che a parità di qualità del servizio offerto ci darà anche la possibilità di risparmiare qualcosa.

E poi bisogna tenere conto del fatto che, per quanto il costo iniziale di un’auto ibrida sia elevato, i successivi oneri di manutenzione sono veramente minimi. E’ stato condotto uno studio da Autofacts, la sezione di Price Waterhouse Coopers dedicata al settore automobilistico, secondo il quale l’attuale lento progresso delle auto ibride che si sta verificando in Europa subirà un graduale mutamento nel corso dei prossimi sei anni, portando nel 2020 ad una produzione mondiale con un valore del 4,7% rispetto all’intera produzione automobilistica, pari a 5 milioni di unità all’anno.

Per quest’anno è prevista una produzione mondiale del 3,3%, ma il lento progresso delle auto ibride è tangibile soprattutto se diamo uno sguardo all’Europa, in cui nel primo semestre di quest’anno sono state registrate vendite per l’1,6% sul totale del settore automobilistico. Facendo un parallelo con un’altra tecnologia ecologica, quella delle auto elettriche, si nota come in questo settore la crescita non è e non sarà così sensibile, in quanto per tutto il 2014 è stato previsto un aumento dello 0,3%, mentre Autofacts prevede che entro il 2020 si arriverà ad uno 0,9%, pari a meno di un milione di automobili nello scenario mondiale.

Ma i dati attuali relativi alle automobili ecologiche ci dicono che su un totale di 6,8 milioni di immatricolazioni nel mercato europeo nel primo semestre di quest’anno, sono stati solo 110.648 i veicoli ibridi registrati e 26.819 quelli alimentati a batteria. Tradotto in percentuale, le auto ibride contano con l’1,6%, mentre quelle elettriche con lo 0,4%. Ma le percentuali prodotte da Autofacts dimostrano che una crescita ci sarà, e se si pensa al Salone dell’auto di Parigi, che si è di recente concluso e in cui la nuova tecnologia ibrida plug-in ha avuto un grande successo, un piccolo aumento c’è già stato in quanto è stata registrata una forte crescita della domanda di plug-in passando in soli sei mesi da 1.931 a 9.997 unità.

Print Friendly, PDF & Email