La fatturazione come primo ostacolo all’efficienza domestica

199

Pochi consumatori riescono a leggere e capire le proprie bollette per promuovere interventi di riduzione dei consumi energetici. In più, pochi sono avvezzi all’uso di tecnologie innovative che in casa permettono di monitorare il consumo di energia. E chi abita in condominio avrebbe bisogno di amministratori più formati per ridurre le spese condominiali e implementare nuove possibilità per l’autoproduzione. E’ la figura del consumatore di energia oggi che emerge nell’intervista a Marco Vignola, Responsabile settore Energia e Ambiente Unione Nazionale Consumatori.

Come si presenta il consumatore di energia oggi?

Cosa possono fare istituzioni, aziende e attori dell’informazione per accrescere la consapevolezza degli utenti sui propri consumi?

Ha citato l’introduzione di nuove tecnologie, utili ai consumatori per monitorare e ridurre i propri consumi. Ma quanto sa l’utente di domotica e IoT e quando sarà pronto ad apprezzarne i vantaggi?

Forse un ulteriore ostacolo alla nascita del consumatore smart è la poca fiducia verso fornitori, istituzioni e le stesse associazioni dei consumatori?

Per stimolare la crescita di questa fiducia e la realizzazione di nuovi interventi, soprattutto in condominio, quanto può pesare l’azione dell’amministratore?

Il consumatore, che più di tutti potrebbe trarre un vantaggio nel proprio bilancio domestico attuando semplici regole di attenzione ai consumi e implementando alcune tecnologie, è anche il soggetto più difficile da coinvolgere in attività di formazione e informazione legate all’efficienza energetica.

Si parlerà di questo e altro nell’evento “Il consumatore di elettricità in Europa, com’è e come sarà” promosso il 21 febbraio al GSE a Roma da Aisfor in collaborazione con Canale Energia, Codici e Unione nazionale consumatori. Partecipazione gratuita previa registrazione a questo link.

Print Friendly, PDF & Email
CONDIVIDI
Ivonne Carpinelli
Giornalista con la passione per l'ambiente e l'energia lavoro con Gruppo Italia Energia dal 2014. Mi occupo anche di mobilità dolce e alternativa, nuove costruzioni, economia circolare, arte e moda sostenibile. Esperta nella gestione dei social network e nel montaggio video non esco mai senza penna, taccuino e... smartphone.