Infissi e risparmio energetico: scegliere e isolare porte e finestre

480

La scelta degli infissi giusti, la loro manutenzione e il loro isolamento possono generare notevoli risparmi sulla bolletta di casa

Gli infissi di casa adempiono, ovviamente, a un’importante funzione estetica e sono parte integrante dell’arredamento di casa. Essi, però, svolgono anche un ruolo decisivo in fatto di consumi domestici e possono davvero fare la differenza sulla bolletta di casa. I prezzi dell’energia sono saliti negli ultimi tempi, i consumatori devono quindo agire per gestire al meglio le spese, ponendo attenzione a ogni aspetto, senza trascurare la possibilità di porre le tariffe luce e gas dei diversi operatori a confronto, in modo da individuare la fornitura più confacente al proprio profilo di spesa.

Scegliere gli infissi di casa

Infissi performanti e con un’alta capacità isolante sono in grado di ridurre al minimo la dispersione di calore in inverno e di trattenere l’aria fresca del condizionatore in estate. Occorre, dunque, selezionarli con estrema cura. Le strade percorribili sono due: acquistare infissi di nuova generazione; effettuare opere di isolamento termico su quelli già installati. In entrambi i casi, sono previsti gli ecoincentivi sulla riqualificazione energetica, con aliquota al 65% fino al 31 dicembre 2015.

Scegliere nuovi infissi

I serramenti di nuova generazione sono concepiti per garantire ottime prestazioni dal punto di vista dell’isolamento energetico. In ottica risparmio dei consumi, è fondamentale la scelta del materiale di cui è composta la porta o la finestra. Le alternative sono tre: legno, PVC e alluminio, oltre a soluzioni ibride in legno/PVC o legno/alluminio.

Per ciò che concerne la capacità isolante, legno e PVC sono certamente serramenti che garantiscono le migliori prestazioni; l’alluminio, che costa meno del legno, garantisce anche standard inferiori. Il legno è, da sempre, il materiale principe in fatto di porte e finestre: esteticamente eccezionale, resistente e saldo, presenta però un paio di limiti che consistono nel prezzo, mediamente il più alto di tutti, e nella necessità di eseguire continue manutenzioni.

Il PVC ha una forte limitazione tecnica rappresentata dalla scarsa resistenza. Non è, infatti, un materiale su cui si possano eseguire particolari opere di manutenzione; ciò ne giustifica il prezzo conveniente ma anche la durata inferiore. Una soluzione ibrida legno/PVC offre, solitamente, i risultati migliori in termini sia di estetica e sia di efficienza.

Isolare porte e finestre

Chiariamo subito che, nel caso abbiate installato porte e finestre di ultima generazione, non dovrebbe essere richiesta alcuna ulteriore opera di ottimizzazione. Gli infissi attuali sono forniti di profili di gamma top e vetri basso-emissivi che garantiscono tutto l’isolamento di cui avete bisogno. La situazione cambia nel caso disponiate di serramenti vecchi, e magari avete anche battuto un po’ la fiacca con la manutenzione.

Un ruolo importante è giocato dai vetri. Se disponete di vetri semplici a lastra singola, è assolutamente consigliabile sostituirli con profili più moderni ed efficaci, termici e basso-emissivi.  L’alternativa, se non siete pronti ad affrontare simili spese, è quella di applicare specifiche pellicole isolanti sui bordi dell’infisso. È importante anche sostituire periodicamente le guarnizioni delle finestre, specie se state provvedendo a installare un nuovo vetro, e dotare il perimetro degli infissi di camere d’aria con uno spessore di almeno 80mm. Occorre sempre ricordare che l’investimento verrebbe ammortizzato in breve tempo attraverso l’abbattimento dei consumi energetici.

A interventi di carattere tecnico possono essere aggiunti ulteriori accessori, anch’essi in grado di fare la differenza sulla bolletta. Coprire le finestre di casa con tendaggi abbondanti, meglio se in tessuti tecnici, aiuta a trattenere la dispersione di calore. Allo stesso modo, è sempre consigliabile utilizzare tappeti che isolano il pavimento. Infine, intervenite con stucco e sigillante in silicone per riparare eventuali fessure tra le tapparelle e le pareti domestiche.

Print Friendly, PDF & Email