Gas domestico, ecco come pulire tubature, caldaia e fornelli

850

tubaturegasPer garantire il corretto funzionamento degli apparecchi che sfruttano il gas domestico è importante pulire periodicamente tubature e condotti vari.

La preoccupazione di dover far fronte alle spese legate al riscaldamento è comune a numerose famiglie che, per vedere ridotti gli importi delle bollette, si impegnano nella ricerca delle tariffe gas più convenienti.

 

Un buon punto di partenza per contenere i consumi è anche prestare attenzione all’efficienza degli impianti domestici, la cui regolamentazione è dettata dal decreto legislativo 192 del 2005, garantita anche da una periodica pulizia delle tubature e dei condotti.

Come ogni superficie, infatti, anche i tubi del gas si sporcano e raccolgono polvere che ostruisce il passaggio e impedisce un corretto funzionamento.

Per i consumatori ottimizzare il consumo di luce e gas è importante se si vogliono tagliare i costi e se si vuole avere un buon servizio di fornitura. La manutenzione degli impianti di gas e riscaldamento e delle centraline elettriche, però, è altrettanto importante, ma prima di intervenire autonomamente occorre tenere presente alcune considerazioni. Ovviamente, come prima cosa, per mettere mano agli impianti di luce e gas occorre interrompere temporaneamente le forniture.
A questo punto è necessario fare una scelta: affidarsi a imprese di pulizia specializzate nel settore oppure procedere a una pulizia “fai da te”. Ovviamente un professionista sarà in grado di intervenire in modo più adeguato, ma se vogliamo risparmiare i soldi del servizio possiamo seguire alcuni consigli e fare un buon lavoro. Una buona idea per intervenire come le imprese professioniste è acquistare le speciali attrezzature per la pulizia delle tubature.

 

Se invece vogliamo effettuare una pulizia più semplice e superficiale, ma pur sempre efficace, rimbocchiamoci le maniche e dotiamoci di prodotti adeguati, vanno anche bene gli sgrassatori da cucina. Nel caso siamo disposti a spendere un po’ di più possiamo comprare delle particolari pompe di pulizia. Su internet sono presenti numerose informazioni, ma possiamo chiedere anche al nostro ferramenta di fiducia.

Ma andiamo sul pratico e analizziamo quali passi vanno fatti per pulire ad esempio i tubi della caldaia. Come detto, come prima cosa, chiudiamo temporaneamente l’erogazione del gas metano. Buona norma è dare una pulita anche ai componenti della stessa caldaia, ma dobbiamo fare attenzione che per qualche minuto potrebbero essere bollenti e causare scottature. Per quanto riguarda le tubature, invece, se possibile, rimuoviamole dall’interno della caldaia.
A questo punto sarà facile intervenire direttamente sulle singole parti e pulire i tubi da polvere e depositi vari. Per la polvere possiamo utilizzare un semplice pennelletto, ma per fare un lavoro completo consigliamo di pulire anche con acqua pulita e quindi lasciare ad asciugare. Ricordiamo ai consumatori che la caldaia va sostituita con una cadenza di 10/15 anni a seconda dei casi. In alcune città poi è imposto l’obbligo di sostituzione dopo un certo numero di anni.
Passando al gas utilizzato in cucina, invece, il procedimento di pulizia delle tubature sarà un po’ più laborioso e complesso. Oltre ai tubi, infatti, sarà necessario anche pulire i fornelli. Per questo procedimento sarà possibile utilizzare sgrassatori e aspiratori, ma se abbiamo i fori dei fornelli un po’ occlusi sarà anche sufficiente l’uso di uno stuzzicadenti.
Per pulire i tubi del gas si può procedere come descritto prima e intervenire anche manualmente. Anche in questo caso, infatti, bisognerà accertarsi che non ci sia nessun impedimento dentro i tubi o eccessi di polvere e depositi vari. I tubi delle cucine a gas vanno sottoposti a una costante manutenzione per evitare si creino pericolose perdite. Nello specifico esistono due tipi di tubi: in gomma o in acciaio, a seconda del tipo di cucina. La sostituzione periodica è consigliata anche in questo caso, ma bisognerà scegliere il giusto prodotto per le proprie esigenze.

a cura di Bruno Grande

Print Friendly, PDF & Email