Fornitura energia elettrica, pochi scelgono tra tariffe monorarie e biorarie

66

bioraria

Tra gennaio e settembre 2013 circa 50 mila utenti hanno usufruito del servizio di comparazione del portale SuperMoney per cercare le offerte più vantaggiose per risparmiare sulla spesa per il gas riscaldamento e sulla fornitura di elettricità. L’Osservatorio SuperMoney ha analizzato le ricerche dei consumatori per evidenziare le abitudini di consumo e il grado di consapevolezza degli italiani nella scelta delle tariffe energetiche.

 

Da questa indagine è emerso che ben un italiano su tre (31,2%) nell’effettuare la ricerca non sceglie tra tariffazione monoraria bioraria, nonostante questa possibilità sia prevista tutte le compagnie. È bene chiarire a questo punto la differenza tra le due tipologie di tariffa. Con la tariffa monoraria ilcosto dell’energia è sempre uguale, qualunque sia la fascia oraria e il giorno di utilizzo. La tariffa bioraria permette invece di pagare meno l’utilizzo di energia nelle fasce serali e nel weekend.

 

Quindi la scelta di tariffa bioraria potrebbe essere conveniente per i lavoratori o per chi comunque passa tutto il giorno fuori casa e concentra i consumi la sera e il fine settimana. Il 35,59% del campione dell’indagine SuperMoney ha scelto questo tipo di tariffa per effettuare i confronti, mentre il 33,29% ha preferito la tariffa monoraria.

Andrea Manfredi, Amministratore Delegato di SuperMoney, ha commentato questi dati:“Nonostante siano anni, ormai, che è in vigore questa distinzione, gli utenti non sono sufficientemente informati sui vantaggi delle formule monoraria e bioraria a seconda dei tipi di utenza. Un vero peccato, considerando che scegliendo la tariffa adeguata al proprio profilo, si potrebbe tagliare il costo della bolletta fino al 30% all’anno”.

 

Questo va a dimostrazione del fatto che un’informazione corretta e approfondita è l’arma migliore a disposizione dei consumatori. E’ inutile che invochiamo la trasparenza da parte delle compagnie erogatrici se poi non ci impegniamo a vagliare i dati così ottenuti. Per poter compiere una scelta oculata, in qualsiasi ambito essa si collochi, è sempre necessario conoscere in modo esauriente la materia di cui si sta trattando. Con l’aiuto del web, poi, non si può proprio dire che la cosa sia difficile o troppo faticosa. Risparmiare dunque è alla nostra portata, ma occorre essere disposti ad attivarsi in merito, mettendo da parte pigrizia e disinformazione.

A cura di Jessica Marzella

Print Friendly, PDF & Email