energia del futuro

E’ partita oggi da Bologna la roadmap del Manifesto per l’energia del futuro, l’iniziativa nata nel 2015 e promossa da Edison, E.ON, ENGIE, Illumia e Sorgenia insieme alle associazioni di consumatori Adiconsum, Altroconsumo, Cittadinanzattiva, Movimento Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino, Unione per la Difesa dei Consumatori e Associazione Utenti dei Servizi Radiotelevisivi. L’obiettivo di accompagnare la fase attuativa della liberalizzazione del mercato dell’energia per rendere il consumatore consapevole del nuovo scenario di mercato e delle opportunità che ne derivano.

Spiegare la liberalizzazione del mercato dell’energia al consumatore

Nell’ambito del progetto, che toccherà le principali città italiane, associazioni di consumatori e aziende del settore energetico spiegheranno i temi legati all’apertura del mercato dell’energia, alle opportunità e i servizi innovativi.
Una liberalizzazione del mercato che dovrebbe rispondere sempre di più alle nuove esigenze dei consumatori, con una particolare attenzione per coloro che ne hanno più bisogno i cosiddetti vulnerabili.

Incontrare le sedi delle associazioni

In particolare, come spiega una nota,  l’idea “è quella di incontrare le sedi delle associazioni di consumatori che gestiscono gli sportelli distribuiti su tutto il territorio nazionale”.

Tra le tematiche anche la modalità con cui assicurare ai consumatori maggior trasparenza, prezzi più competitivi e servizi digitali più efficienti costruiti attorno alle reali esigenze, oltre al rafforzamento degli strumenti di tutela in un mercato pienamente competitivo.

Print Friendly, PDF & Email