L’acqua è una risorsa preziosa per la vita dell’uomo e non va sprecata. Per aiutare i cittadini a usarla in modo responsabile, soprattutto nel periodo estivo, Brico Center ha stilato un elenco di comportamenti virtuosi. Cinque regole d’oro da adottare in questi mesi particolarmente caldi per ridurre gli sprechi e usare in modo razionale questa risorsa.

Le 5 regole d’oro

1. ACQUA CORRENTE? SOLO SE NECESSARIO

E’ importante non lasciare aperti i rubinetti più di quanto sia strettamente necessario. “Ricordarsi di chiudere il flusso mentre ci insaponiamo sotto la doccia o spazzoliamo i nostri denti deve assolutamente essere il punto di partenza per ogni discorso sul risparmio. Allo stesso modo lavare la frutta e la verdura a bagno con del bicarbonato aiuta a ridurre la nostra ‘dipendenza’ dall’acqua corrente”. Inoltre, grazie all’utilizzo di cartucce a risparmio idrico per i rubinetti, il consumo può diminuire del 50%.

2. RUBINETTI AL WC

E’ importante prestare attenzione ai rubinetti che perdono, anche nel caso siano poche gocce. E’ opportuno montarvi aeratori rompigetto che consentono di risparmiare anche 6000 litri a famigliaAltro aspetto in cui si può intervenire è l’uso dello sciacquone del WC.  In questo caso le cassette a risparmio idrico possono tagliare i consumi anche del 40%.

3. DOCCIA Vs VASCA DA BAGNO

Non può mancare nella classifica l’invito a fare la doccia invece del bagno. Una scelta che  permette di risparmiare anche 100 litri alla volta. Soprattutto se si opta per l’utilizzo di kit per la regolazione del flusso: riduce gli sprechi idrici e ha impatti complessivamente anche a livello energetico.

4. ELETTRODOMESTICI SOLO A PIENO CARICO

E’ opportuno inoltre un uso responsabile di lavastoviglie e lavatrice. Bisogna farle partire solo a pieno carico.

5. Il  GIARDINAGGIO “EFFICIENTE”

Anche nelle nostre attività di giardinaggio possiamo contribuire a ridurre gli sprechi di acqua. E’ infatti utile dotarsi di un programmatore elettrico che regoli l’irrigazione. Una scelta che permette di evitare errori e imprecisioni. Molto efficienti sono poi i sistemi “goccia a goccia” che garantiscono una notevole riduzione degli sprechi. Va poi ricordato che per innaffiare le piante è possibile usare l’acqua piovana o quella dell’acquario che abbiamo in salotto.

Print Friendly, PDF & Email