Applicare e testare gli strumenti, i materiali e le tecnologie più avanzati oggi a disposizione della filiera edilizia al fine di realizzare un’abitazione sostenibile che sia in grado di rispondere alle numerose esigenze di efficienza, comfort, sicurezza ed economicità poste dall’Architettura del XXI secolo”. E’ questo l’elemento chiave alla base del prototipo di casa del futuro “ReStart4Smart” del Team dell’Università Sapienza di Roma, progetto in gara al Solar Decathlon, le Olimpiadi universitarie dell’architettura sostenibile. La manifestazione nel 2018 sarà ospitata per la prima volta in Medio Oriente a Dubai e vedrà la partecipazione di 21 Atenei provenienti da 15 diversi Paesi del mondo.

Oltre 30 imprese hanno collaborato al progetto

L’iniziativa, realizzata secondo i principi di un modello rivoluzionario definito Architettura 4.0è il frutto della collaborazione di oltre 30 imprese che, in qualità di partner, collaborano attivamente con l’obiettivo di diffondere su larga scala i risultati ottenuti.

Le soluzioni in ambito climatizzazione

Per quanto riguarda gli aspetti legati al comfort ambientale, sono state scelte le soluzioni di Mitsubishi Electric Hydronics & IT Cooling Systems con le sue unità per la climatizzazione a marchio Climaveneta. L’impianto, spiega l’azienda in una nota, “si basa infatti su una pompa di calore i-NRG 230/1/50 collegata a terminali idronici canalizzati i-HWD2 e a fan coil ad alta prevalenza i-LIFE2 HP. (Leggi anche “Museo Pecci, l’arte contemporanea tra efficienza e sostenibilità”)

Print Friendly, PDF & Email