Panchine green, se il design sfrutta la plastica riciclata

243

Trasformare gli scarti plastici in originali panchine. E’ quello che fa ECO-oh!, azienda olandese, da poco arrivata sul mercato italiano, che ricicla la plastica domestica con un’eco-efficienza del 97% per realizzare veri e propri oggetti di design. 

Panchine artistiche, design e riciclo 

Tra i vari oggetti creati dall’azienda anche la collezione Altamira che si compone di quattro panchine declinate in chiave artistica e costituite ognuna da sette diversi elementi interconnessi tra loro. Queste panchine – realizzate in Poliolefina, materiale ottenuto dalla plastica riciclata – sono consegnate già assemblate e, dato il peso considerevole della struttura, non richiedono un ancoraggio al suolo.

In occasione della design Week, che si è svolta ad Aprile a Milano, ECO-oh! ha realizzato un’installazione alla Triennale, un’iniziativa per far comprendere le potenzialità del riciclo della plastica. I visitatori sono diventati protagonisti di un percorso multimediale fatto di video, immagini, suoni, tutti elementi attraverso i quali si è ricostruito l’utilizzo della plastica in un’ottica circolare. Il visitatore veniva trasportato in un iter visivo composito per comprendere le potenzialità del riciclo:  dalla panchina in plastica riciclata di 10 metri sospesa su una pedana di briciole  di  plastica, alla vasca riempita  di  rigranulato – il materiale  grezzo  che deriva  dalla plastica  e  che,  una  volta  trattato,  compone  la  panchina stessa – tutte queste realizzazioni veicolavano il messaggio di un riuso ecologico e creativo. 

Obiettivi da raggiungere

Sul fronte del riciclo della plastica, si legge in una nota dell’azienda, bisognerebbe puntare di più.  Nonostante, infatti, negli ultimi anni il tasso di riciclo delle plastiche post-consumo sia notevolmente aumentato, “restiamo ben lontani dall’obiettivo del 55% di recupero degli imballaggi in plastica, fissato dalla Commissione Europea per il 2025”.

 

Print Friendly, PDF & Email