Dalla domotica alla percezione sensoriale, il punto d’incontro è il b&b miloft

62

Un mix di coinvolgimento sensoriale e gestione intelligente dei dispositivi attraverso l’Internet delle cose. Si chama miloft ed è un vecchio edificio industriale che, nella sua seconda vita, è diventato un b&b che attraverso la percezione sensoriale porta l’ospite a scoprire nuove tecnologie.

Dalle tubazioni ai cavi, ogni elemento è stato parte di un ampio lavoro di recupero e adeguamento alle normative. Il frutto degli interventi di recupero è questa struttura particolarmente attenta all’isolamento termo-acustico animata da un concept nuovo rispetto alle aziende ricettive tradizionali. Offre ai  12 ospiti che possono soggiornarvi “la possibilità di prendere visione dei prodotti usati: ad esempio dei cuscini nei vari formati, dei materiali adoperati per i rivestimenti, degli oggetti di design appesi alle pareti, del caffè e delle zolle sostenibili di erba autosufficienti”, ci spiega Marlon Costantino, Responsabile Tecnico Vitrum. Quest’ultimo, in particolare, è un materiale organico appeso alla parete in grado di assorbire l’umidità per migliorare il comfort e la permanenza degli ospiti.

Come in una sorta di show room, più accogliente rispetto all’asettico ambiente espositivo, l’ospite può leggere le etichette esposte vicino agli elementi d’arredo (come le lampade termo riscaldanti) e scoprirne le componenti e il funzionamento.

Oltre al coinvolgimento dei sensi, la struttura è animata dalla connessione in wifi dei dispositivi che consente di supervisionare gli ambienti attraverso un’applicazione su tablet o smartphone: “È possibile gestire in maniera intelligente le luci, la temperatura e tutte le automazioni che ci sono all’interno delle camere (un esempio sono le luci a LED che si attivano al passaggio della persona”.

Il progetto, come sottolineato dal proprietario e promotre di miloft Fabio di Vittorio, nasce dalla volontà di fare giocare i clienti, coinvolgendo tatto, vista e udito: “Gli ospiti toccano l’oggetto, sono incuriositi, e hanno piacere a sfiorare, ad esempio, l’interruttore Vitrum capace di cambiare colore”. E l’obiettivo sembra raggiunto: miloft, come sottolinea di Vittorio, è riuscito a creare negli ospiti familiarità con i nuovi prodotti.

Print Friendly, PDF & Email