I fondi pubblici stanziati attraverso bandi Infratel per sviluppare la banda ultralarga nelle aree a fallimento di mercato ammontano a circa 6 miliardi di euro ma, “per portare la fibra a tutti gli utenti interessarti, servirebbero decine di miliardi”, secondo Gian Battista Frontera, Vicepresidente di Assoprovider, intervistato nella focus story del nuovo numero di e7, dedicata alle nuove infrastrutture TLC.

Per superare questo problema l’associazione e Legacoop hanno sottoscritto un accordo per dare origine a cooperative di utenti finali che si facciano carico di realizzare l’ultimo miglio in fibra ottica.

Di nuove infrastrutture si parla anche nell’intervista a Massimo Gargano, Direttore generale di ANBI, che fa il punto sulla necessità di opere e lavori per far fronte all’emergenza siccità. In particolare, servono “grandi investimenti” e i consorzi di bonifica si candidano a “coordinare” il Piano nazionale degli invasi.

Ampio lo spazio dedicato dal settimanale ai trasporti green. Con il progetto SIMPLA si punta ad armonizzare i Piani urbano di mobilità sostenibile-PUMS con i Piani d’azione per l’energia sostenibile-PAES per rendere le città più intelligenti. Smart Commuting, poi, è un progetto europeo che vuole “individuare strategie intelligenti di pendolarismo che possano ridurre la CO2”, come descritto da Silvio Nocera dell’Università IUAV di Venezia.

Nicola Armaroli, Dirigente di ricerca del CNR mette a confronto litio, sodio, fuel cell e piombo come soluzioni a servizio dello storage per la mobilità elettrica. Il Vicepresidente di UPM Biofuels Development, Petri Kukkonen, descrive a e7 l’iniziativa della società che punta a realizzare una nuova bioraffineria in Finlandia.

Completano questo numero di e7, oltre le consuete rubriche (Visto su QE, Visto su Canale Energia, Calendario Eventi), un approfondimento di Laura Brunetti della FEEM sui sussidi alle fonti fossili e l’analisi dei dati ANIE Rinnovabili sul nuovo installato FER.

Print Friendly, PDF & Email