Le sfide del settore idrico nazionale non sono finite

e7 online

303

Negli ultimi anni il settore idrico ha goduto di un’accelerazione che lo ha portato verso livelli più alti di qualità e innovazione grazie, in primis, all’impulso della regolazione. I passi da compiere sono comunque molti. L’ultimo numero del settimanale e7 apre con la fotografia del comparto scattata da Marisa Abbondanzieri di ANEA.

Innovazione tecnologica e capacità di mettere a fattore comune in maniera sinergica competenze e professionalità provenienti da diversi settori. Sono gli elementi chiave su cui far leva per promuovere in maniera efficace una gestione sostenibile e circolare dei fanghi di depurazione. Le video interviste a Thomas Vollmeier di TBF+Partner AG e a Claudio Cosentino di Gori Acque.

Efficienza, in vigore da oggi il decreto correttivo sui TEE nel “Visto su QE”. Riqualificazione edilizia: l’approfondimento con Federica Brancaccio di Federcostruzioni sul Manifesto per la digitalizzazione in Italia e con Annalisa Ferrazzi e Roberta Capogrosso di Harley&Dikkinson Finance sul progetto europeo HAPPEN che promuove una riqualificazione sistemica nel Mediterraneo.

Rinnovabili: il contributo dell’Avvocato Daniele Carminati, partner dello Studio legale Pavia e Ansaldo, sulle possibilità di investimento in Sudafrica; e la strategia della Slovenia nell’intervista all’Ambasciatore Bogdan Benko. Le opportunità del mercato di dispacciamento con Be Power e 4energia il progetto con lo storage diffuso nelle e-car.

Gestione rifiuti, il contributo di Ennio Fano di RenOils sulla sentenza del TAR Lazio che ha confermato al Consorzio il diritto di proseguire la propria attività; e le opportunità di una gestione smart nell’intervista a Tiziano Mazzoni di Utilitalia.

Print Friendly, PDF & Email