È tempo di investimenti per il settore idrico italiano

e7 online

320

Ammontano a 100 i bilanci 2016 di gestori idrici italiani analizzati da Crif Ratings grazie ai quali è stato possibile definire lo stato del settore acqua nel nostro Paese. La società ha collaborato con Ref Ricerche all’elaborazione dello studio “Finanza e gestioni industriali: è il momento del Sud”. L’approfondimento con il Managing Director Francesca Fraulo apre l’ultimo numero del settimanale e7.

Stimolare la ricerca e l’innovazione responsabile per anticipare gli impatti negativi sull’ambiente pelagico. È l’obiettivo del progetto Marina, finanziato nell’ambito di Horizon 2020, spiega a e7 il Coordinatore Fernando Ferri del CNR. Un lavoro che può concorrere a migliorare lo stato delle acque di balneazione in Italia, già rispettose dei requisiti minimi di qualità, come rilevato nel country report “Italian bathing water quality in 2017” pubblicato dall’European Environment Agency.

Il gasdotto Malta-Gela vive un momento di incertezza. “Senza le valutazioni ambientali è impossibile erogare i fondi”, spiega il Ministero italiano dell’Ambiente in una lettera indirizzata al Dicastero dell’Energia e dell’Acqua maltese. Sulle nuove rotte del gas verso l’Isola e7 ha intervistato l’Ambasciatrice di Malta in Italia Vanessa Frazier.

Chiudono il numero gli scenari emersi durante l’Assemblea Generale della Federazione Gomma Plastica (Milano, 15 Giugno), il convegno Anev per la Giornata mondiale del vento (Roma, 15 giugno) e l’Assemblea annuale di Elettricità Futura (Roma, 19 giugno). Oltre alle video interviste ad alcuni dei protagonisti firmatari del Protocollo AIEL-MinAmbiente per ridurre l’inquinamento degli impianti di riscaldamento domestico a biomassa.

Print Friendly, PDF & Email