Stiamo lavorando per la modernità

Il mercato dell’energia non fa eccezione: famiglie e imprese chiedono di più a fornitori. AGSM ha iniziato già da qualche anno. Ecco che cosa abbiamo fatto

1045

Libero, trasparente, sicuro. Orientato alla sostenibilità ambientale ed economica. Il mercato dell’energia, per i consumatori, dovrebbe essere così. Siamo a questo punto? Non ancora. Molto è stato fatto negli ultimi anni, ma molto resta da fare. I modelli di gestione e sviluppo di produttori e distributori di energia devono evolvere per essere all’altezza della domanda. Servono scelte che diano concretamente il segno di aver adottato il nuovo paradigma. In AGSM ci stiamo muovendo in questa direzione già da qualche anno. Ecco che cosa abbiamo fatto e che cosa stiamo facendo.

Addio tutela elettrica. Che fare?

Siamo partiti con una campagna informativa sulla fine della tutela elettrica. Tra un anno (dall’1 luglio 2019) non si potrà più pagare l’energia e il gas al prezzo tutelato, ma si dovrà scegliere un fornitore sul libero mercato. Sarà possibile continuare ad acquistare l’energia dallo stesso fornitore utilizzato nel regime tutelato, ma prima di sottoscrivere il contratto sarà opportuno confrontare la proposta con le altre offerte commerciali delle società che operano nel mercato libero.

Si stima che 23 milioni di italiani (63% del mercato) acquistano ancora oggi l’energia in regime di tutela. Quanti hanno gli strumenti per decidere che cosa fare? La campagna serve a questo e include annunci pubblicitari sui media locali (radio e web) e su mezzi pubblici di trasporto, e punti informativi sul territorio ed eventi anche attraverso organizzazioni con presenza diffusa sul territorio (ACLI, e altre in corso di convenzionato…).

Verso una bolletta (finalmente) chiara

Le bollette della luce e gas restano di difficile comprensione (tariffe, modalità di determinazione, oneri di distributivi, ecc.). Capire i consumi di energia elettrica e gas dovrebbe essere facile come accade per i consumi dell’auto (tot chilometri percorsi, tot consumo). E invece non è così.

Per semplificare la comprensione dei consumi, dal 2014 AGSM propone un modello di bolletta Smart, unica nel mercato energetico nazionale: un’infografica personalizzata di una sola pagina allegata alla fattura commerciale che presenta con chiarezza consumi. e importi da pagare riepilogati come un distributore di carburante.

L’efficienza aumenta con la conoscenza

AGSM è impegnata a promuovere campagne per sensibilizzare gli utenti sull’efficienza energetica con indicazioni pratiche per abbattere consumi, costi e inquinamento.  Siamo stati tra i primi operatori a mettere a disposizione un’app per smartphone (CountBox) che consenta di monitorare i consumi e avere immediato riscontro delle azioni di risparmio messe in atto con statistiche e autolettura dei contatori (gas ed energia). Un altro strumento offerto agli utenti, che sta riscuotendo notevole interesse, è il grafico che permette di confrontare i consumi mensili con lo stesso periodo dell’anno precedente.

E ora è partito un progetto educativo per le scuole elementari e medie fondato su rappresentazioni teatrali interattive, nelle scuole o nei teatri di Verona e provincia. Obiettivo: stimolare la sensibilità dei giovani sul risparmio energetico e promuovere la condivisione con i genitori delle buone pratiche per ridurre gli sprechi senza rinunciare al comfort domestico.

Più servizi di valore, a cominciare dalla sicurezza

Nella nostra visione chi offre energia deve diventare un riferimento per servizi connessi all’uso dell’abitazione. Per questo, abbiamo integrato l’offerta con servizi a valore aggiunto. AGSM è stata la prima multiutility in Italia a proporre un servizio per la sicurezza della casa e della persona (Sinecura): i clienti AGSM possono mettere in sicurezza la propria abitazione con il collegamento a una centrale operativa del territorio con un canone a partire da meno di 30 euro al mese  senza alcun costo d’installazione.

Print Friendly, PDF & Email