Turboden entra nel mercato geotermico dalla porta principale

39

La partnership Turboden-Mitsubishi punta a espandere la propria lista di referenze geotermiche Già commissionato un nuovo impianto geotermico da 5 MW in Giappone

Brescia, 21 gennaio 2014 – Turboden, azienda italiana leader nella realizzazione di turbogeneratori basati sul Ciclo Rankine Organico (ORC) per la generazione di energia elettrica e termica da fonti rinnovabili e recupero di calore, ora appartenente al Gruppo Mitsubishi Heavy Industries (MHI), collaborerà con MHI, con l’obiettivo di espandere a livello globale il proprio portfolio geotermico. Immediatamente a seguito dell’acquisizione, Turboden ha firmato un ordine con MHI per un nuovo impianto geotermico da 5 MW in Giappone; un segno di grande impegno di questa nuova partnership. Turboden, pioniere della tecnologia ORC, e MHI, leader mondiale per potenza geotermica installata, è in grado di coprire tutte le possibili soluzioni richieste da un developer geotermico, nonché di fornire la migliore configurazione ottimizzata per quella specifica risorsa. I due partner, pertanto, si presentano come fornitori completamente integrati di impianti a tecnologia binaria ORC e turbine a vapore geotermico. “Ora che facciamo parte di MHI, leader nei sistemi geotermici per impianti flash steam, e siamo forti delle nostre referenze tedesche” afferma Paolo Bertuzzi, General Manager Financial & Commercial di Turboden “abbiamo intenzione di investire ulteriormente nel settore geotermico e presentarci al mercato come player di riferimento. Turboden mira a soddisfare l’ampia gamma di soluzioni tecniche richieste, dalle risorse a bassa entalpia (ad acqua dominante) ai campi geotermici a maggiore entalpia”. Recenti impianti ORC geotermici realizzati da Turboden Tra il 2012 e il 2013, Turboden ha avviato un impianto da 5 MW con tecnologia all’avanguardia a due livelli di pressione per la municipalizzata tedesca di Monaco SWM (a Sauerlach) e altri due impianti da 5,6 MW nella stessa regione per l’azienda Hochtief Energy Management, oggi SPIE Gruppo (a Dürrnhaar e Kirchstockach). Questi impianti hanno già raggiunto migliaia di ore di funzionamento, superando le prestazioni garantite. Questi risultati consentono a Turboden di ribadire l’affidabilità per la quale è conosciuta. Un quarto impianto geotermico è stato recentemente acquisito in Baviera. L’impianto cogenerativo geotermico da 4,1 MW, che sarà installato nella città di Traunreut, distribuirà alla comunità fino a 12 MW di potenza termica, in aggiunta alla potenza elettrica prodotta. Inoltre, nel marzo del 2012, un innovativo prototipo ORC da 500 kWel, funzionante a una pressione super-critica, è stato messo in servizio con successo per Enel in Italia. “La realizzazione di un tale prototipo è un’ulteriore dimostrazione dell’impegno della società verso l’innovazione e il miglioramento delle prestazioni negli ORC” afferma Roberto Bini, General Manager Technical Area di Turboden.

Print Friendly, PDF & Email