TERNIENERGIA: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE PROPONE L’AVVIO DI UN PROGRAMMA DI ACQUISTO AZIONI PROPRIE

15

  La Società intende disporre di titoli da utilizzare quale corrispettivo nell’ambito di eventuali operazioni di acquisizione funzionali alla crescita industriale e di interesse strategico e gestionale, e di offrire agli azionisti un ulteriore strumento di monetizzazione del proprio investimento.

 La proposta riguarda l’acquisto di un numero massimo di 2.656.720 azioni proprie, fino al 6% del capitale sociale.

 Conferito al Presidente e AD Stefano Neri il mandato di convocare l’Assemblea degli azionisti per deliberare sul piano.

Terni, 31 Marzo 2014 Il Consiglio di Amministrazione di TerniEnergia, società attiva nei settori dell’energia da fonti rinnovabili, dell’efficienza energetica e del waste management, quotata sul segmento Star di Borsa Italiana, ha presentato in data odierna la proposta di un piano di acquisto di azioni proprie (buy-back), da sottoporre, ai fini della relativa autorizzazione, all’esame dell’Assemblea ordinaria degli Azionisti. Il CdA ha stabilito di conferire al Presidente e Amministratore Delegato Stefano Neri il mandato di convocare l’Assemblea ordinaria degli Azionisti per deliberare a tal fine. Motivazioni della richiesta di autorizzazione I principali obiettivi che il Consiglio di Amministrazione intende perseguire mediante le operazioni per le quali si chiede l’autorizzazione sono: – dotarsi di un portafoglio costituito da azioni ordinarie TerniEnergia da utilizzare quale corrispettivo nell’ambito di eventuali operazioni di natura straordinaria, mediante scambio di partecipazioni ovvero come oggetto di conferimento, o per altri impieghi ritenuti di interesse strategico, finanziario, industriale e/o gestionale per la Società. – offrire agli azionisti un ulteriore strumento di monetizzazione del proprio investimento – acquistare azioni proprie in un’ottica di investimento a medio e lungo termine; – intervenire nel rispetto delle disposizioni vigenti direttamente o tramite intermediari per contenere movimenti anomali delle quotazioni o per regolarizzare l’andamento delle negoziazioni e dei corsi a fronte di momentanei fenomeni distorsivi legati a un eccesso di volatilità o a una scarsa liquidità degli scambi. Le operazioni di acquisto non sono strumentali alla riduzione del capitale sociale mediante annullamento delle azioni proprie acquistate, né intenzionalmente finalizzate ad operazioni di delisting della Società. Numero Massimo di azioni proprie acquistabili Il capitale sociale, interamente sottoscritto e versato, è pari a Euro 50.529.680,00 ed è rappresentato da n. 37.612.000 azioni ordinarie, prive di valore nominale. La proposta in oggetto riguarda l’autorizzazione al Consiglio di Amministrazione ad acquistare in una o più volte azioni proprie fino al raggiungimento del quantitativo massimo di 2.656.720 azioni proprie, fino al 6% del capitale sociale, avuto riguardo alle azioni proprie possedute direttamente e a quelle possedute da eventuali società controllate. La Società non detiene attualmente azioni proprie. Periodo di validità dell’autorizzazione assembleare L’autorizzazione all’acquisto delle azioni proprie è richiesta per un periodo di 18 mesi dalla data dell’Assemblea che ne abbia deliberato l’autorizzazione. L’autorizzazione alla disposizione delle azioni proprie acquistate di volta in volta e detenute in portafoglio è richiesta senza limiti temporali. Il Consiglio di Amministrazione potrà procedere al compimento delle operazioni autorizzate in una o più volte e in ogni momento. Indicazione del prezzo minimo e massimo Il corrispettivo unitario per l’acquisto delle azioni non può essere né superiore né inferiore del 10% rispetto al prezzo di riferimento registrato dal titolo nella seduta di Borsa precedente ogni singola operazione di acquisto

Print Friendly, PDF & Email