Per Siemens nuovo ordine Hvdc in Canada

17

11 Novembre 2014 – Siemens ha ricevuto un ordine per un impianto di trasmissione ad alta tensione in corrente continua (HVDC: High Voltage Direct Current) in Canada. In consorzio con la società di costruzioni Mortenson Construction, Siemens realizzerà entrambe le stazioni di conversione per il progetto Bipole III HVDC. Il cliente è Manitoba Hydro, utility della provincia Manitoba. Siemens fornirà il sistema HVDC, basato sulla consolidata tecnologia a tiristori, mentre Mortensen Construction sarà responsabile della costruzione delle stazioni di conversione. Questo collegamento HVDC, di circa 1.400 chilometri, collegherà la stazione di conversione Keewatinohk, nel nord di Manitoba, vicino alla Baia di Hudson, con la stazione di conversione Riel, vicino a Winnipeg, nel sud della provincia, tramite una linea aerea di +/- 500 kilovolt (kV). Il valore dell’ordine, per il consorzio, è di circa 800 milioni di dollari canadesi. L’entrata in esercizio è prevista per l’estate del 2018, quando il collegamento HVDC Bipole III avrà una capacità di trasmissione di 2.300 megawatt (MW).

Questo nuovo collegamento HVDC migliorerà l’attuale sistema HVDC di Manitoba Hydro, aumentandone l’affidabilità complessiva. “Quando si tratta di efficienza energetica e di trasmissione di energia elettrica ad elevato rating, con perdite ridotte e su grosse distanze, Siemens è il partner ideale: siamo, infatti, fornitori leader di tecnologia HVDC, e insieme al nostro partner, che possiede le competenze necessarie nel settore della costruzione, offriamo sistemi su misura per soddisfare tutte le esigenze dei nostri clienti”, ha affermato Karl Uecker, Head of the business segments for HVDC and FACTS solutions della Divisione Energy Management di Siemens.

Il contratto prevede la progettazione, l’ingegnerizzazione, la produzione, la fornitura e la messa in servizio di tutti i componenti principali HVDC, come ad esempio le serie di tiristori comandati attraverso sistema ottico, trasformatori di conversione, sistema di protezione, apparati I&C e banchi filtro AC e DC. Una particolare sfida posta da questo progetto è la necessità di progettare il sistema, e quindi tutti i suoi equipaggiamenti, per temperature fino a -50 gradi Celsius. Questo nuovo collegamento HVDC rafforzerà la rete elettrica della provincia e assicurerà che la crescente domanda di energia sia soddisfatta attraverso il collegamento di ulteriori centrali idroelettriche alla rete elettrica.

La tecnologia HVDC è una scelta obbligata quando i metodi convenzionali di trasporto di energia a corrente alternata raggiungono i propri limiti tecnici ed economici. Infatti, rispetto a una linea trifase, le perdite di trasmissione di un collegamento HVDC, sono ridotte del 30/40%. L’utilizzo di collegamenti HVDC diventa indispensabile quando l’elettricità viene prodotta in luoghi diversi da dove è richiesta e si rende quindi necessario il trasporto su lunghe distanze, verso i centri urbani e industriali.

 

 

Print Friendly, PDF & Email