Mobilità elettrica, la soluzione Aptis sarà testata nei Paesi Bassi

A produrla Alstom e NTL

227

10 aprile 2018 – Alstom e la sua controllata NTL[1] presenteranno Aptis e la sua nuova esperienza di mobilità, nei Paesi Bassi durante un roadshow di tre settimane in cui Aptis verrà testato dall’azienda di trasporti QBuzz a Utrecht, Groninga e Assen e dalla società Rotterdamse Elektrische Tram (RET) a Rotterdam. Il primo test di una settimana sarà effettuato a partire dal 9 aprile a Utrecht, prima di passare a Rotterdam dal 16 al 20 aprile. Il roadshow continuerà, poi, dal 23 al 27 aprile a Groninga e dal 30 aprile al 3 maggio a Assen.

“Ci fa piacere che Aptis e le sue caratteristiche all’avanguardia abbiano suscitato l’interesse nelle città olandesi. Questo roadshow è un’ottima opportunità per mostrare ancora una volta la capacità unica di Aptis di adattarsi agli ambienti urbani. Tutto ciò non sarebbe stato possibile senza l’attenzione da parte di Qbuzz e RET per le soluzioni di mobilità urbana del futuro” ha dichiarato Marcel Miller, Direttore Generale Alstom Benelux.

Aptis, co-sviluppato da Alstom e NTL, il 19 ottobre 2017 ha vinto il Premio per l’innovazione al Busworld, l’expo internazionale del bus, tenutasi a Courtrai, in Belgio. I prototipi, prodotti nel sito NTL di Duppigheim, Francia, al momento sono in fase di test in diverse città europee.

I test nei depositi dei clienti e quelli condotti in circostanze operative reali sono pensati per valutare la performance delle specifiche caratteristiche di Aptis negli ambienti urbani, il sistema di ricarica, la sua autonomia e la performance di inserimento nel traffico, dopo i primi test positivi condotti nella Ile-de-France (Parigi e Versailles), a Lione, Strasburgo, Marsiglia, Belgio e, più recentemente, in Germania (Berlino e Amburgo).

Aptis offre un’esperienza di viaggio unica per il passeggero: il pianale ribassato del veicolo e le ampie porte doppie permettono un agevole flusso dei passeggeri e rendono il bus accessibile alle sedie a rotelle e ai passeggini. Ampi finestrini panoramici davanti, dietro e lungo tutto il bus rappresentano il 20% in più di superficie coperto da vetri rispetto a un autobus convenzionale. Un esempio del suo layout flessibile viene, inoltre, anche dalla presenza di una lounge sul retro.

Il veicolo si muove bene nell’ambiente urbano grazie ai suoi due semiassi che minimizzano il raggio di sterzata e la superficie richiesta nelle curve (-25% rispetto ad un bus convenzionale). Ciò rappresenta un vantaggio soprattutto in fase di sosta, in quanto si riduce lo spazio necessario per il parcheggio (lasciando spazio al parcheggio di altri veicoli) e si aumenta l’accessibilità per i passeggeri. Di notte Aptis può essere ricaricato nei depositi e di giorno ad ogni capolinea. Questo sistema di ricarica veloce è offerta o da un pantografo rovesciato o dal sistema SRS, la rivoluzionaria soluzione di ricarica a terra firmata Alstom. Grazie ai ridotti costi operativi e di mantenimento e ad una vita più lunga (20 anni) rispetto ai bus tradizionali il costo totale di gestione di Aptis è equivalente a quello degli odierni autobus diesel.

[1] Alstom detiene il 49% delle azioni di NewTL S.A.S. (NTL)

Print Friendly, PDF & Email