KWB presenta la nuova generazione di caldaie a biomassa dotate dell’innovativo bruciatore a cingoli

27

20 giugno 2014 – KWB, azienda austriaca con 20 anni di esperienza nello sviluppo di sistemi per riscaldare ambienti domestici e di uso collettivo attraverso la combustione della biomassa, presenta due nuove caldaie di ultima generazione: la KWB Multifire (caldaia a pellet e cippato 20-120kW) e KWB Pelletfire Plus (caldaia a pellet 45-135kW), disponibili a partire dal mese di luglio. Entrambe sono dotate del bruciatore a griglia mobile con cingoli, una rivoluzionaria tecnologia nata nel centro di ricerca e innovazione di KWB, il più grande polo di ricerca privato sulla biomassa in Europa.
“KWB ha investito oltre 6 milioni di Euro e impegnato i propri tecnici per oltre 60.000 ore per dare vita a questa assoluta novità”, ha evidenziato Horst Stuffer, direttore di KWB Italia. ”Le nuove KWB Multifire e KWB Pelletfire Plus sono due caldaie di ultimissima generazione che consentono di utilizzare un’ampia gamma di combustibili, garantendo i massimi livelli di efficienza energetica. In un momento di grande incertezza economica è bene però porre l’accento sul tema del risparmio: le nuove caldaie, con l’utilizzo per esempio di cippato autoprodotto, garantiscono una riduzione dei costi di riscaldamento annui fino al 94% rispetto all’utilizzo di carburanti tradizionali”.  
La nuova KWB Multifire, in particolare, consente di utilizzare una vasta gamma di sottoprodotti agricoli come il tutolo del mais e noccioli di oliva. La tecnologia del cingolo, inoltre, promette risultati eccellenti anche con la combustione dei tralci da vite e di altri sottoprodotti agricoli: i tecnici del laboratorio di ricerca KWB stanno, infatti, effettuando dei test per verificare la combustione di questi materiali, ottenendo fino ad ora ottimi risultati. Disponibile in una gamma di potenze da 20 a 120 kW, la nuova KWB Multifire è ideale per il riscaldamento di abitazioni unifamigliari, strutture plurifamiliari e locali commerciali nonché microreti di teleriscaldamento e strutture agricole. La nuova KWB Pelletfire Plus è pensata, invece, per la combustione di pellet di diversa qualità. L’ingombro minimo e la semplicità d’installazione in qualsiasi vano caldaia sono elementi che rendono la nuova caldaia una soluzione ideale per il riscaldamento di case unifamiliari e bifamiliari, edifici agricoli e di grandi dimensioni quali scuole, palazzine, attività commerciali, reti di teleriscaldamento a corto raggio.
“È bene sottolineare che il punto di forza di entrambe le caldaie risiede nell’innovativo bruciatore a griglia mobile con cingoli che, grazie alla velocità variabile e costantemente lenta della griglia, crea un letto di braci omogeneo garantendo una combustione costante con livelli di emissioni minime”, ha evidenziato Horst Stuffer. “I notevoli sforzi compiuti da KWB per la realizzazione di questa tecnologia hanno dato vita ad un macchinario estremamente innovativo. Grazie al nuovo bruciatore a cingoli garantiamo, infatti, massimi livelli di efficienza anche al variare della qualità del combustibile: la nuova tecnologia adatta infatti in modo automatico l’apporto di aria e la velocità della griglia al tipo di combustibile impiegato. I vantaggi non sono ancora esauriti: la geometria ottimizzata della camera di combustione al silicio, la forma e la disposizione del bocchettone permettono un ricircolo intenso e una lunga permanenza dei gas del legno nella camera di combustione consentendo ai gas di bruciare completamente. Vorrei sottolineare inoltre che, grazie agli elementi della griglia in ghisa alto legata, non dovremo assolutamente preoccuparci dei residui in quanto, il nuovo bruciatore, si pulisce autonomamente. Infine, grazie anche alla nuova regolazione della combustione e ai comprovati Virbulatori KWB altamente efficienti, si ottiene uno scambio termico ottimale con un elevato grado di rendimento costante, fino al 96%, sia nel funzionamento con carico parziale che in quello con carico nominale”, ha concluso Stuffer. 

Print Friendly, PDF & Email