Il Nucleo Idroelettrico di E.ON ospita la “Settimana del Pianeta Terra”

14

Nella Diga del Turano la prima tappa di un’escursione geologica in Lazio e Abruzzo Sabato

18 ottobre la Diga del Turano (Rieti), bacino all’interno del Nucleo Idroelettrico E.ON di Terni, è stata scelta come tappa dell’escursione geologica e naturalistica organizzata in occasione della seconda edizione della “Settimana del Pianeta Terra” in collaborazione con l’ISPRA (Istituto Superiore per la Produzione e la Ricerca Ambientale), il CNR-IFAC (Consiglio Nazionale delle Ricerche – Istituto di Fisica Applicata ‘Nello Carrara’) e l’Università di Chieti e Pescara e promossa dalla Federazione Italiana Scienze della Terra. La “Settimana del Pianeta Terra”, che si svolge ogni due anni sull’intero territorio nazionale, si articola in GeoEventi, il cui obiettivo è diffondere la conoscenza e la tutela del patrimonio geologico e ambientale del territorio. Il GeoEvento “Il Lago del Turano e la Grande Diga” si articola come un convegno itinerante suddiviso in varie tappe a cui partecipano geologici, ingegneri, ricercatori, professionisti e naturalisti. Il programma prevede la prima sosta alla Diga del Turano di E.ON per una presentazione dell’impianto, del suo funzionamento, di come si integra all’interno del territorio e a cui segue una visita tecnica guidata. La Diga del Turano fa parte del Nucleo Idroelettrico di Terni gestito da E.ON, gruppo di impianti efficienti e sostenibili nonché uno dei poli di produzione di energia rinnovabile più importanti del Centro Italia e sito di grande valore storico e naturalistico. Il Nucleo, costituito da 16 centrali idroelettriche per 38 gruppi di produzione, si estende su un territorio che comprende le provincie di Terni, Perugia, Rieti e Macerata. L’impianto ha una potenza efficiente pari a 531 MW ed è in grado di produrre circa 1,3 TWh di energia elettrica l’anno, quantità sufficiente a soddisfare il fabbisogno energetico di 500.000 famiglie. Il sostegno di E.ON all’evento, si inquadra in un ampio programma di cooperazione valorizzazione dei territori in cui l’azienda opera in un’ottica di promozione delle attività culturali locali. E.ON contribuisce in maniera attiva alla diffusione della conoscenza del territorio in cui opera promuovendone il patrimonio culturale e ambientale. L’azienda ha, infatti, sostenuto altre iniziative nell’area del Nucleo idroelettrico tra le quali il progetto “Uomo, acqua, energia”, il completamento del nuovo percorso tematico relativo ai siti di archeologia industriale del Comune di Terni, inaugurato lo scorso luglio. Il percorso, realizzato in collaborazione con l’Associazione Marmore Tourist e la Circoscrizione Est del Comune di Terni, consiste in una esposizione permanente di turbine e distributori di flusso dismessi dalle Centrali del Nucleo di Monte Argento, Nera Montoro Stifone, Baschi, Galleto, Sigillo e Narni donate da E.ON al Comune, a seguito del processo rinnovamento conclusosi nel 2013.

Print Friendly, PDF & Email