IL GRUPPO ESAPRO È INTERVENUTO ALL’ASSEMBLEA ANNUALE DI ASSO RINNOVABILI FONTE FOTOVOLTAICA

24

Esapro: “La nostra filiera industriale non chiede alla politica finanziamenti ma chiarezza e certezza normativa che consenta alle imprese di effettuare pianificazioni nel medio-lungo periodo.”

BeFree: “L’EnergyCheck è un servizio innovativo che consente di calcolare il valore esatto dell’importo che il produttore dovrà ricevere per l’energia venduta dal suo impianto, tanto per convenzione di ritiro dedicato con il GSE, quanto per contratti di vendita con trader del mercato libero.”

22 aprile 2016 – Il Gruppo Esapro è intervenuto all’incontro annuale dei soci di assoRinnovabili sezione fotovoltaico, che si è tenuto lunedì a Milano, in qualità di main sponsor dell’evento.

Al microfono si sono alternati l’Arch. Paolo Mason, Sales & Marketing Director di Esapro, primo operatore indipendente di O&M in Italia e l’Ing. Cristian Cattarinussi, Project Manager di BeFree, azienda dello stesso Gruppo che gestisce impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili ed è specializzata nel dispacciamento di energia elettrica prodotta dalle stesse.

Focus dell’intervento di Esapro le tematiche emerse al tavolo di confronto fra mondo politico e imprenditoriale, svoltosi a Roma lo scorso giovedì 14 aprile e promosso dalla stessa Esapro.

“Il convegno ha visto la partecipazione di nomi di spicco del mondo della ricerca e dell’industria della filiera delle rinnovabili e dell’efficienza energetica e alcuni esponenti della politica italiana, invitati a rispondere sulle strategie da adottare in Italia dopo la Conferenza mondiale sul clima, che si è svolta a Parigi lo scorso dicembre.” ha dichiarato l’Arch. Mason. Spiegando: “È stata un’occasione importante e funzionale ancora una volta a far emergere esigenze e intenti comuni, ribadendo che la nostra filiera industriale non chiede alla politica finanziamenti ma chiarezza e certezza normativa che consenta alle imprese di effettuare pianificazioni nel medio-lungo periodo”. E ha concluso: “Siamo soddisfatti della reazione del mondo politico, che si è impegnato a continuare questo dialogo fruttuoso, nell’ottica di valorizzare il comparto delle rinnovabili e il contributo che esse offrono all’Italia”.

Nuovi strumenti, nuove tecnologie e nuovi servizi alla base dell’intervento di BeFree, che ha spiegato come di fatto oggi non sia più sufficiente garantire al cliente un’adeguata gestione tecnica del suo impianto di produzione di energia da fonte rinnovabile al solo fine di massimizzarne la produttività. Infatti, sta aumentando l’esigenza di nuovi strumenti che aiutino il produttore anche nella gestione amministrativa di tutte le partite economiche generate dall’impianto, in particolare per la vendita dell’energia prodotta. I proventi che ne derivano costituiscono una voce rilevante del bilancio di una società di produzione, ma spesso non vengono sufficientemente presi in considerazione. Questa la premessa con la quale l’Ing. Cattarinussi ha introdotto l’EnergyCheck, spiegando trattarsi di: “Un servizio innovativo fornito da BeFree. Uno strumento che consente di calcolare il valore esatto dell’importo che il produttore dovrà ricevere per l’energia venduta dal suo impianto, tanto per convenzione di ritiro dedicato con il GSE, quanto per contratti di vendita con trader del mercato libero”. E ha continuato: “L’EnergyCheck supporta il produttore sia nella redazione delle fatture di vendita, sia nella verifica della coerenza e congruità dei dati di fatturazione dell’energia venduta, comunicati dalla propria controparte (GSE o Trader).”

L’intervento si è concluso offrendo a tutti gli associati di assoRinnovabili la disponibilità di prova a titolo gratuito del servizio EnergyCheck.

Print Friendly, PDF & Email