Genova capitale europea dell’energia green

9

Il 14 e 15 maggio la città ospita l’edizione 2014 del più importante appuntamento europeo sul GPL. Presenti all’evento Doria, Erario, Fidanza, Pettinelli, Tabarelli.

Genova, 14 maggio 2014 – I successi di oggi, le opportunità di domani. È il tema dell’annuale congresso di AEGPL – associazione europea del settore del GPL (Gas di Petrolio Liquefatto) – che è stato inaugurato questa mattina al Centro Congressi di Genova alla presenza del Sindaco della città Marco Doria e di personalità di rilievo a livello nazionale ed europeo.

Un importante appuntamento di confronto tra operatori di settore, opinion leaders e Istituzioni, per discutere sul ruolo fondamentale che il GPL ricopre nell’ attuazione di una green economy a livello europeo e nazionale. Lo dimostra la recente Direttiva europea sui carburanti alternativi che definisce il GPL una risorsa importante per ridurre le emissioni di gas serra soddisfacendo il fabbisogno energetico derivante da risorse alternative al petrolio.

“La posizione dell’Europa sul GPL è un’ulteriore conferma di quanto questo prodotto continui a soddisfare il fabbisogno energetico a vantaggio dell’uomo e dell’ambiente” ha dichiarato nel suo intervento di apertura Paolo Dal Lago, Presidente di Assogasliquidi, associazione nazionale delle imprese che distribuiscono GPL e GNL aderente a Federchimica. “Grazie alle sue origini – è un sottoprodotto dei processi di lavorazione di greggio e di estrazione del gas naturale- la disponibilità di questa risorsa è in continua crescita. Infatti il sempre maggior sfruttamento di nuovi pozzi di gas naturale gen ererà una notevole quantità di GPL pronta per essere immessa sul mercato. Dunque si tratta di un settore che offre sempre nuove opportunità per il futuro come dimostrano le nuove applicazioni nei più svariati ambiti di utilizzo”.

Su questo argomento ha dato un importante contributo anche Carlo Pettinelli, Direttore Impresa e Industria della Commissione Europea, che, intervenuto in una sessione interamente dedicata alle recenti innovazioni e opportunità in campo energetico, ha dichiarato:“la Commissione europea promuove la centralità dell’industria per uno sviluppo sostenibile che determini una reale crescita, competitività e creazione di lavoro in tutte le aree politiche.

Questo è il messaggio chiave della Comunicazione “Per una rinascita industriale europea” adottata dalla Commissione europea lo scorso gennaio L’energia è vitale per l’industria e una maggiore efficienza energetica contribuirà al raggiungimento di tutti gli obiettivi che l’UE si pone in quest’ambito: senza di essa non è possibile arrivare ad un sistema energetico competitivo, sicuro e sostenibile. Il GPL (gas di petrolio liquefatto) è una risorsa energetica già consolidata sul mercato europeo ed è attualmente il carburante alternativo più utilizzato per il trasporto stradale nell’UE. E’ estremamente versatile e grazie a questa caratteristica può essere utilizzato come carburante sia per auto sia per mezzi pesanti, sia per lunghi tragitti che per brevi spostamenti. Può essere utilizzato anche per il trasporto nautico, nonché per il trasporto marittimo a corto raggio. Queste caratteristiche, così come la sua facilità di trasporto e stoccaggio e la disponibilità di tecnologie efficaci a basse emissioni inquinanti, rendono il GPL uno dei principali carburanti alternativi che fanno parte della strategia europea “Clean fuel strategy”.

Il Congresso – che si chiuderà giovedì 15 maggio e nel corso del quale sono previsti interventi anche di esponenti del Ministero dei Trasporti e del Dipartimento delle Finanze – comprende una parte convegnistica e una di esposizione (oltre 150 aziende espositrici) e tradizionalmente viene ospitato a rotazione dai Paesi europei aderenti all’AEGPL. Nel 2014, dopo l’appuntamento del 2008 di Milano, l’Italia torna ad ospitare questa importante manifestazione anche in virtù dell’importanza che il settore ricopre rispetto agli altri Paesi europei. Il nostro Paese, infatti, è uno dei mercati rilevanti per volumi di prodotto consumato (oltre 3,2 milioni di tonnellate l’anno) e per la presenza di importanti e qualificate aziende produttrici di apparecchiature ed accessori per i suoi svariati utilizzi (domestico, carburante per il trasporto).

Inoltre la scelta di Genova, città tra mare e montagna, richiama il ruolo fondamentale che il GPL ha per molte persone: sono infatti oltre 10 milioni gli italiani che vivono in zone non raggiunte dal metano a causa di una conformazione geografica particolare che rende complessa l’installazione di tubature del gas (isole minori, comunità montane, alcune zone di campagna e l’intera Sardegna). Grazie alla grande versatilità, alla facilità di trasporto e stoccaggio e a un’ampia disponibilità, il GPL permette di svolgere anche in questi luoghi le più basilari azioni di vita quotidiana quali riscaldare le proprie case, cucinare, produrre acqua calda, muoversi. Tutto questo a vantaggio dell’ambiente, grazie alle sue consolidate proprietà ecologiche, maggiormente note all’opinione pubblica per il suo utilizzo come carburante per i trasporti. Sono oltre 2 milioni le auto a GPL che circolano su tutto il territorio nazionale senza inquinare e che possono contare su oltre 3.500 distributori per fare rifornimento.

Ci sono però ancora ambiti in cui il GPL non è ancora pienamente diffuso: “ il GPL è un ottimo carburante ecologico anche per la nautica con riflessi positivi su fiumi, laghi e mari” ha dichiarato Dal Lago. “Per questo, ci impegneremo affinché si arrivi al più presto alla definizione di un impianto normativo organico in materia, come è stato già fatto in altri Stati europei”.

“Siamo molto onorati del riconoscimento ottenuto a livello europeo” ha concluso Dal Lago. “Organizzare il Congresso AEGPL in Italia è per noi un auspicio che anche a livello nazionale ci si muova per sostenere questa risorsa eccezionale”.

 

Print Friendly, PDF & Email