Festival dell’Energia, De Albertis (presidente Ance): efficientamento energetico e sostituzione edilizia priorità d’azione

27

13 maggio 20156 – “La rigenerazione delle città rappresenta una leva essenziale per il futuro del Paese, che ha bisogno di recuperare competitività e restituire benessere ai territori. Ma non basta ristrutturare fisicamente gli spazi, serve un nuovo approccio al tema della qualità urbana”. Lo ha dichiarato il presidente dell’Ance, Claudio De Albertis, intervenendo alla IX edizione del Festival dell’Energia, in corso di svolgimento a Milano.

“La priorità è intervenire sul costruito, soprattutto in termini di sicurezza e di risparmio energetico – ha continuato De Albertis – se pensiamo che il 62% delle abitazioni e oltre il 60% delle scuole sono state realizzate prima dell’entrata in vigore della normativa antisismica del 1974, e che l’intero parco immobiliare esistente ha un consumo medio di energia quattro volte superiore a quello dei nuovi edifici”.

“Per farlo occorrono adeguate misure fiscali: la detrazione fiscale del 65%, grande stimolo agli interventi di efficientamento energetico, andrebbe resa permanente e rimodulata in modo da premiare gli interventi che fanno consumare meno energia”, ha sottolineato il presidente dei costruttori. “Così come è necessario incentivare le operazioni di sostituzione edilizia, rendendo semplici e vantaggiosi gli interventi di demolizione e ricostruzione di edifici obsoleti e inquinanti, oggi costosi e complicati. Interventi che non possono avere carattere isolato, ma devono diventare buona prassi ordinaria della pianificazione urbanistica. E’ quello che succede negli altri paesi, possiamo farlo anche noi”.

“Le nostre città possono diventare un vero laboratorio di innovazione e di passaggio a un’economia sempre più circolare – ha concluso il presidente dei costruttori – in cui il valore dei prodotti, dei materiali e delle risorse è mantenuto il più a lungo possibile e la produzione di rifiuti è ridotta al minimo. Una sfida ambiziosa che con il contributo di tutti può essere vinta”.

 

Print Friendly, PDF & Email