Electro Power Systems, crescita straordinaria nel primo trimestre 2016

135

Parigi – Milano, 16 maggio 2016 – Il Consiglio di Amministrazione di Electro Power Systems S.A. (“EPS”, o il “Gruppo”, quotata su Euronext di Parigi: EPS.PA), società specializzata in sistemi e soluzioni di stoccaggio di energia a zero impatto ambientale, presieduto da Massimo Prelz Oltramonti, ha esaminato ed approvato venerdì 13 maggio i risultati consolidati per il primo trimestre 2016 (non sottoposti a revisione contabile).

“Siamo molto soddisfatti dei risultati del primo trimestre del 2016 che mostrano il ruolo strategico dell’acquisizione di Elvi Energy e la validità della nostra strategia per accelerare la crescita con il nostro nuovo modello di business a due step, partendo prima dai sistemi di stoccaggio per micro-reti e poi con l’upgrade definitivo con l’idrogeno. Il contributo principale a questi risultati arriva dall’incremento delle installazioni off-grid, come quelle in Africa Orientale e Asia Pacifico, dove le risorse rinnovabili sono estremamente abbondanti. Grazie alla diversificazione geografica e tecnologica e con disciplina finanziaria ed efficacia operativa, siamo riusciti ad accelerare lo sviluppo e a porre le basi per la crescita futura”. – ha commentato Carlalberto Guglielminotti, amministratore delegato del Gruppo.

PRINCIPALI DATI FINANZIARI

Nel primo trimestre del 2016 i ricavi consolidati ammontano a 1.050.253 euro, rappresentando 8 volte i ricavi del primo trimestre 2015. La crescita è stata ottenuta grazie alle attività del Gruppo legate alle centrali ibride off-grid in Asia-Pacifico e Africa Orientale e da un progetto di grid-support in Sardegna, nell’ambito dell’infrastruttura di rete di Terna.

Il portafoglio ordini e backlog attuale del Gruppo è cresciuto a 2,4 milioni di euro. La conversione della pipeline, costruita nel 2015, grazie alla nuova strategia definita da Giuseppe Artizzu, Executive Director del Gruppo, è già iniziata, come provato dal recente accordo appena firmato in partnership con Toshiba per un sistema di stoccaggio da 1MW, destinato ad una centrale ibrida in Australia, la cui costruzione inizierà nel terzo trimestre 2016. 

A livello di Gruppo, il backlog attuale ha una profonda diversificazione in termini di base clienti e conferma l’efficacia della strategia perseguita e degli sforzi compiuti nel 2015 per focalizzarsi sul settore dell’energia, ovvero utilities, operatori di rete e utenze commerciali ed industriali. 

A livello geografico, dopo un 2015 principalmente focalizzato sull’Italia, il backlog attuale e la pipeline hanno una portata globale e molto più ampia dell’anno precedente, vale a dire in 17 paesi e in tutti i continenti. 

Alla fine del primo trimestre 2016, il Gruppo ha una posizione finanziaria netta di 5,4 milioni di euro con saldo netto di cassa consolidato pro-forma a 7,6 milioni di euro, come conseguenza degli investimenti importanti in Ricerca e Sviluppo per supportare la strategia di espansione e l’esborso per l’acquisizione di MCM Energy Lab.

Il Gruppo Electro Power Systems ha inoltre ridotto l’esposizione del capitale circolante netto commerciale da 1 milione di euro alla fine del 2015, a 0,2 milioni di euro alla fine del primo trimestre.  

PRINCIPALI DATI OPERATIVI

Nel primo trimestre del 2016 è stato registrato un grande successo nei mercati off-grid, con progetti principali in Africa Orientale e alle Maldive, dove il Gruppo ha posto le basi per il suo piano di sviluppo. 

Sfruttando un track record di 44,3MWh di stoccaggio di energia installati in 5 continenti, il Gruppo ha raggiunto un posizionamento unico: la sua tecnologia di altissimo livello, ora compatibile con i più recenti standard CEI 016 All. N-bis, aggiunge un ulteriore vantaggio competitivo. 

A giugno 2016 il Gruppo prevede di completare le ultime fasi della messa in servizio di una centrale ibrida in Tasmania e di una centrale ibrida da 2MW per un resort di lusso alle Maldive.  

La credibilità costruita con l’introduzione su scala commerciale di sistemi ibridi già operativi nell’Africa Sub-Sahariana e in Asia Meridionale fanno di EPS un vero leader tecnologico nei mercati emergenti, con una crescente pipeline di progetti in Sud America, Africa e Sud Est Asiatico, dove il Gruppo si posiziona come fornitore di soluzioni chiavi in mano per utilities, utenti finali e fondi di investimento infrastrutturali.

Print Friendly, PDF & Email