E.ON aderisce al “Manifesto per l’energia del futuro”

12

Si unisce a Edison, ENGIE e Sorgenia per promuovere
una nuova visione del mercato libero dell’energia

Roma, 29 gennaio 2016 – E.ON condivide lo scopo del “Manifesto per l’energia del futuro” che chiede un mercato energetico aperto e vicino alle esigenze e ai bisogni dei consumatori. L’azienda internazionale attiva nel settore dell’energia aderisce dunque all’iniziativa promossa da Edison, ENGIE e Sorgenia portando a quattro gli operatori del settore energetico che promuovono un dibattito pubblico sul tema della liberalizzazione del mercato.

Il Manifesto propone i principi e gli obiettivi che potranno consentire ai cittadini e alle imprese di godere finalmente dei benefici di un mercato pienamente competitivo.

Lo scorso dicembre le società promotrici hanno presentato a Roma il Manifesto dando luogo a un dibattito che ha coinvolto i rappresentanti dei consumatori, delle istituzioni, e aziende di diversi settori. Un dibattito da cui sono emerse ulteriori proposte per la completa liberalizzazione del mercato finale dell’energia, in grado di stimolare gli investimenti degli operatori, individuare e rispondere concretamente alle esigenze di cittadini e imprese. 

Prendendo spunto dalle esperienze di altri Paesi e di altri settori, il Manifesto chiede di stabilire un quadro di regole semplici ed efficaci per un mercato dell’energia più aperto, che consenta ai consumatori di rendersi protagonisti consapevoli delle proprie scelte e agli operatori di innovare e investire sul futuro.

In un mondo in cui tecnologie, modelli di consumo e attenzione alla sostenibilità sono in continua evoluzione – si afferma nel manifesto – solo una piena liberalizzazione del mercato finale dell’energia può garantire servizi più moderni, efficienti e sostenibili, oltre che prezzi più flessibili e competitivi.

Siamo lieti di aderire al Manifesto, i cui principi sono in linea con la strategia di E.ON, che ritiene la centralità del cliente, l’innovazione nei servizi e la sostenibilità elementi chiave per lo sviluppo del mercato energetico” ha dichiarato Péter Ilyés, AD di E.ON Italia. “Occorre un impegno comune da parte di tutti gli attori del settore nella promozione di una maggiore informazione e trasparenza nei confronti dei clienti favorendo la diffusione della cultura dell’efficienza e del risparmio energetico”.

Hanno già espresso il proprio sostegno al Manifesto grandi aziende che operano in altri settori, rappresentanti del mondo dell’innovazione e dell’associazionismo. Per tutti c’è l’impegno a dare un contributo propositivo alla discussione attualmente in corso in Parlamento sul disegno di legge sulla concorrenza.

Nelle prossime settimane ci saranno ulteriori momenti di confronto aperti al contributo, agli stimoli e alle idee di tutti coloro che credono in un mercato innovativo e competitivo. 

Print Friendly, PDF & Email